Treglio. Nel week end torna 'Borgo rurale', con sapori d'autunno e della tradizione
GUARDA LE FOTO

Un trionfo di sapori e di profumi nel caratteristico centro storico di Treglio (Ch) per l'appuntamento con "Borgo Rurale", festa del vino novello, dell’olio nuovo e delle castagne che da 23 anni richiama decine di migliaia di visitatori, anche da fuori regione. 

Pizz’e foje, pallotte cace e ove, maccarune alla trappitara, cif e ciaf, cellipieni... sono solo alcuni dei tradizionali piatti ai quali quest’anno si aggiungono altre prelibatezze come le scappitelle, fatte con un impasto di farina e acqua a forma di pacchero, fritto, e condito con pomodoro fresco e basilico; per i più golosi c’è la nutella. Non mancano sagnette e ceci, fiadoni e bocconotti gluten free.

Nessun dettaglio pare sia stato trascurato dai tanti volontari che lavorano senza risparmiarsi per mettere a punto una manifestazione capace di coniugare gastronomia, bellezza del luogo e il divertimento, con la partecipazione di numerosi gruppi musicali, saranno 11 i complessi che allieteranno le serate.

Due giorni, sabato 11 e domenica 12 novembre da trascorrere lasciandosi tentare dalle specialità preparate con cura dalle signore del posto, vere e silenziose protagoniste dell’evento che come sempre è organizzato dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune.

"La struttura e la formula sono quelle degli anni precedenti, arricchite da alcune novità relative alle pietanze – ha spiegato in un incontro stampa il presidente della Pro Loco, Francesco Conserva – . Le cantine presenti sono 8, con 9 vini. Sono più d trenta i punti per la degustazione. Abbiamo incrementato il numero del personale adibito alla sicurezza: 20 della polizia locale, 30 uomini della Protezione civile e 30 della Lele Security, 15 unità tra polizia e carabinieri. Ci saranno due ambulanze ogni sera e un’auto con medico a bordo. Garantire la tranquillità di chi viene è fondamentale, tant’è che è previsto personale anche nei pressi delle navette".

Annunciato l’arrivo di camperisti dalle Marche, Puglia, Emilia Romagna, Campania e Lazio nonché di tour operator. Per il sindaco Massimiliano Berghella, " “Borgo Rurale” non è, infatti, solo una bella festa ma è l’occasione ideale per promuovere le peculiarità e l’unicità di un territorio dalle molteplici risorse attraverso l’enogastronomia". Il primo cittadino ha rivolto un pensiero a Marco D’Alessandro, scomparso pochi giorni fa, che è stato un sindaco attento e lungimirante, il primo a credere in una iniziativa di questo tipo. Un’intuizione che si è rivelata vincente nel tempo.

 “La quantità e soprattutto la qualità dell’offerta contraddistinguono "Borgo Rurale" che ormai è un appuntamento consolidato – ha sottolineato Berghella –: a testimoniarlo è il pienone che registrano i b&b e gli alberghi. Un plauso va all’impegno della Pro Loco che è riuscita pure ad attuare una politica di contenimento dei prezzi, per permettere a tutti di venire senza troppi sacrifici. Sono 7 euro per 5 degustazioni di vino e la scelta dei cibi va da un minimo di 1 euro e 50 per arrivare a 7 euro. Tengo a ribadire lo sforzo fatto per potenziare la sicurezza, grazie anche all’aiuto di alcuni Comuni, per noi è prioritario assicurare una ospitalità non solo gustosa ma serena. E’ stato anche allestito un baby parking per venire incontro alle esigenze delle famiglie. Grazie anche ad Ecolan che garantisce una forte presenza in termini igienico-sanitari. Cerchiamo ogni anno di fare meglio, di non lasciare niente al caso e di curare ogni aspetto. Il taglio del nastro è fissato sabato alle 18, sarà presente anche il presidente della Regione, Marco Marsilio".   

Il servizio navetta sarà disponibile dalle 17.30 in poi con partenze da Lanciano, da piazza D’Amico (ex piazzale Pietrosa), dal quartiere Santa Rita e dal Thema Polycenter. Partiranno autobus anche da Termoli, San Salvo Marina, Chieti e Pescara.

Nella scorsa edizione sono state vendute 5mila pallotte e i numeri di oggi non hanno bisogno di commenti, raccontano già il successo della kermesse. Pronti per essere arrostiti ben 15 quintali di carne tra salsicce, pancetta ed altro e saranno cucinati 4 quintali e mezzo per pizz’ e foje… 08 nov. 2023

PINA DE FELICE

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4925

Condividi l'Articolo