‘Agrumata’, ecco il menu ideato dagli studenti dell'Alberghiero per i locali della Costa dei Trabocchi

Si chiama “Agrumata” e, come suggerito dal nome, è un menu realizzato integrando i sapori del mare con quelli degli agrumi della Costa dei Trabocchi.

L’idea, concretizzata nelle mani dei giovani aspiranti chef e allievi dell’Istituto alberghiero “Giovanni Marchitelli” di Villa Santa Maria (Ch), è stata lanciata il 29 maggio al ristorante “Pesce palombo” di Fossacesia (Ch) alla presenza di molti appassionati del settore accorsi per l’evento gastronomico.

Il riferimento agli agrumi della Costa dei Trabocchi vien da sé in quanto inseriti dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali nell’elenco dei Prodotti agroalimentari Tradizionali (Pat) italiani, nonché dall’associazione Slow Food tra le 23 Comunità del Cibo censite in Abruzzo.

La presenza di molteplici varietà di agrumi quali l’arancia dolce, importazione orientale dei marinai portoghesi nel XVII secolo sulle coste abruzzesi e per questo chiamata anche “purtuall” nel dialetto locale; l’arancia amara, coltivata dai romani sulle coste della Sicilia e del centro - sud della penisola italica, insieme ad altre varietà di mandarini e limoni, sono un’occasione irripetibile di valorizzazione della parte gastronomica e agroalimentare della regione. Ancor più se il risultato è frutto della collaborazione tra scuole del settore alberghiero, istituzioni e ristorazione.

“L’evento ha dimostrato – commenta l’associazione di promozione sociale “I Trabocchi” - che la collaborazione tra istituzioni, ristoratori e scuole può crear esperienze culinarie indimenticabili, capaci di valorizzare i prodotti del territorio e di promuovere lo sviluppo economico locale”.

Un mix sapiente di alici fresche, agnolotti ai sapori di mare e agrumi, verrà riproposto quindi in occasione del solstizio d’estate (20 giugno) da molti locali presenti su tutta la Costa dei Trabocchi.

“Questa iniziativa arricchirà ulteriormente l’offerta gastronomica della regione – viene rimarcato dall'associazione “I Trabocchi” - e consoliderà l’identità culinaria locale, rendendo questo litorale meta ancora più attraente per turisti e amanti della buona tavola”. 31 magg. 2024

MARIANO PELLICCIARO

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 664

Condividi l'Articolo