Maltempo. Nevica sulle montagne d'Abruzzo. Allerta pericolo valanghe
GUARDA LE FOTO

Nevica sulle montagne e su tanti piccoli paesi dell'entroterra in d'Abruzzo. Una fitta nevicata sta interessando le due arterie autostradali A24 Roma-L'Aquila-Teramo nel tratto Carsoli (L'Aquila)-San Gabriele Colledara (Teramo) e la A25 Torano-Pescara tra il bivio A25/A24 Roma-Torano e Tocco da Casauria (Pescara); si segnalano anche banchi di nebbia tra Carsoli e L'Aquila Est sulla A24 e tra Magliano dei Marsi (L'Aquila) e Cocullo (L'Aquila) sulla A25, in entrambi i tratti con visibilità 80 metri.

La scorsa notte le stazioni dell'associazione meteo Caput Frigoris hanno registrato -12,3 gradi sull'Altopiano delle Cinquemiglia a quota 1.250 metri; -11,9 invece ai Piani di Pezza a quota 1.450 metri. Anche sulla città capoluogo di regione, L'Aquila, è in corso una nevicata, come in tanti centri della provincia. Per questo in Prefettura, a L'Aquila, si è tenuta una riunione del Comitato Operativo per la Viabilità (Cov), per una valutazione della situazione. All'incontro hanno preso parte rappresentanti della polizia, dei carabinieri, della Finanza, della Stradale e del Coa (Centro oeprativo autostradale), dei vigili del fuoco; della Municipale del Comune dell'Aquila; del Compartimento Anas per l'Abruzzo, della Società Strada dei Parchi e della Protezione civile. Tutti hanno dichiarato di aver attivato, per quanto di competenza, le procedure connesse allo stato emergenziale in corso.

A Campo Imperatore si sono accumulati un minimo di 150 centimetri e un massimo di 3 metri e mezzo dopo le precipitazioni dei giorni scorsi. Per salire in quota è attiva la funivia del Gran Sasso con corse ogni mezz'ora. Restano chiusi gli impianti sciistici. 

Copiose nevicate anche in Val di Sangro, ad esempio a Pizzoferrato e a Gamberale (Ch), tra i 1.100 e i 1.330 metri, dove è in atto un'autentica bufera.  

Intanto il Servizio Meteomont dei carabinieri ha emesso un bollettino valanghe che riporta, per i sottosettori "Parco nazionale Abruzzo" e "Velino-Sirente", per oggi un grado di pericolo valanghe in aumento da 3 (marcato) a 4 (forte) per neve; per mercoledì 6 gennaio un grado di pericolo valanghe pari a 4 (forte). Il bollettino segnala, per i medesimi giorni, un grado di pericolo 3 (marcato) per i sottosettori "Gran Sasso Ovest" e "Gran Sasso Est - Laga" e 2 (moderato) per il sottosettore "Majella". Si raccomanda, quindi, la massima attenzione e prudenza e di consultare i siti internet dedicati.  05 gennaio 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto di Pizzoferrato (del sindaco Palmerino Fagnilli) e del Parco nazionale d'Abruzzo (scatto di Pietro Santucci)

 

totale visualizzazioni: 809

Condividi l'Articolo