Lo chef Stefano De Iuliis vince  'Lu copp d'oro' a Torino di Sangro
GUARDA LE FOTO

Una vittoria tanto importante quanto meritata per lo chef Stefano De Iuliis, di Gamberale (Ch) che con il piatto "Bauletto di astice blu in guazzetto di trippa di pescatrice e cozze" scrive il suo nome nell'albo d'oro del concorso gastronomico "Lu Copp d'Oro", giunto alla sua 17esima edizione, e che, quest'estate, si è svolto  negli ampi saloni del ristorante hotel "Le Morge" di Torino di Sangro (Ch).

A consegnare il Trofeo "Vasto pesca" sono stati il sindaco Nino Di Fonso, e gli organizzatori dell'evento Paolo ed Eleonora. I premi per il miglior equilibrio dei sapori e per la migliore presentazione sono andati agli "Gnocchi di spada con pomodorini gialli e olive taggiasche" di Nadia Cirillo e alle "Pallotte cacio e ovo" di Adrian Radica. I premi della giuria e della critica hanno visto premiati gli sforzi di Matteo Liberatoscioli, Emanuele Mariano e Lorenzo Leva. Una gara di livello con dieci cuochi professionisti in rappresentanza di altrettanti rinomati locali della provincia teatina, presentati alla giuria dal giornalista Paolo Minnucci.

In commissione volti noti del settore culinario come Mimmo D'Alessio e Paolo Cacciagrano, Santino Strizzi della Federcuochi, il maestro di cucina Nuccio Campli e la regista teatrale Franca Minnucci. Presenti all'evento anche "I Zurbazò", musicisti del ddu' botte che hanno allietato l'iniziativa tra un piatto e l'altro. I vini che hanno accompagnato la gara sono stati quelli firmati Mucci, Spinelli e Lauretano, selezionati dalla sommelier Annamaria Acunzo.

"Sono felice di aver vinto - ha detto alla fine Stefano De Iuliis -: ai fornelli abbiamo collaborato per rendere il dovuto omaggio ad una cucina inimitabile come quella abruzzese". 29 giu. '23

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 649

Condividi l'Articolo