Mare, laghi e spiagge. L'Abruzzo conferma le sue 'Bandiere blu'

Il mare d'Abruzzo riconquista le 10 "Bandiere blu" dell'anno scorso. Si tratta del riconoscimento per i comuni costieri e lacustri con le acque più pulite e il maggiore rispetto dell'ambiente. In tutta Italia, sono 195 i centri che hanno ottenuto il vessillo, 12 in più dello scorso. Nella nostra regione ecco le località premiate:

Teramo: Tortoreto – Spiaggia del Sole; Giulianova – Lungomare Spalato-Rodi, Lungomare Zara; Roseto degli Abruzzi – Lungomare Sud, Lungomare Nord, Lungomare Centrale; Pineto – Lungomare dei Pini/Pineta Catucci, S.Maria a Valle Nord, S.Maria a Valle Sud, Torre Cerrano, Corfù, Villa Fumosa; Silvi – Lungomare Centrale, Parco Marino Torre del Cerrano, Arenile Sud;

Chieti: Fossacesia – Fossacesia Marina; Vasto – Punta Penna, Vignola; San Salvo – San Salvo Marina;

L’Aquila: Villalago – Villalago; Scanno – Acquevive-Gestione Ciccotti, Parco dei Salici;

Pescara: Porto Marina di Pescara.

"La "Bandiera blu" quest'anno sarà strumento di ripresa e di rilancio dell'immagine del Paese": così il presidente della Fee Italia, Claudio Mazza, nella giornata di consegna del riconoscimento riferendosi all'estate in tempo di emergenza Covid. "Siamo certi che le località "Bandiera blu" dove il livello di qualità ambientale e del servizio al turista è sempre stato al primo posto saranno in grado di garantire una gestione della stagione estiva efficiente e in sicurezza", continua Mazza sottolineando che "insieme ai Comuni, gli stabilimenti balneari avranno un ruolo fondamentale in termini di presidio delle spiagge, saranno loro che avranno il compito di conciliare il rispetto delle regole e il piacere di una giornata al mare". Secondo il presidente dell'Istituto superiore per la protezione ambientale (Ispra) e del Snpa, Stefano Laporta, "in un momento così delicato e particolare, questo riconoscimento acquista un valore aggiunto quale supporto al rilancio del turismo italiano e di tutta la nostra economia, perché la valorizzazione della risorsa 'ambiente' rappresenta una delle chiavi di volta per ripensare il futuro del nostro Paese". 

 Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici.  Le 12 new entry sono Gozzano (Piemonte), Diano Marina (Liguria), Sestri Levante (Liguria), Montignoso (Toscana), Porto Tolle (Veneto), Vico Equense (Campania), Isole Tremiti (Puglia), Melendugno (Puglia), Rocca Imperiale (Calabria), Tropea (Calabria), Siderno (Calabria), Alì Terme (Sicilia). Fra gli approdi arrivano quest'anno Cala Cravieu (Celle Ligure, Liguria), Vecchia Darsena Savona (Savona, Liguria), Cala Gavetta (La Maddalena, Sardegna), Marina Porto Azzurro (Porto Azzurro, Toscana), Porto degli Aragonesi (Casamicciola, Ischia, Campania). Perdono la Bandiera Blu nel 2020 il Porto turistico Marina di Policoro (Policoro, Basilicata) e la Marina del Nettuno (Messina, Sicilia).

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1367

Condividi l'Articolo