Vasto. Assicuratore nella morsa degli strozzini: per pagare interessi del 1.400% truffa azienda per cui lavora

Ha cercato di fronteggiare le esorbitanti richieste di denaro degli strozzini, ma, non riuscendovi, ha sottratto denaro all'azienda per cui lavorava. E si è cacciato nei guai.

Ad un certo punto, non potendone più, arrivato allo stremo, si è rivolto alla Finanza. Che ha avviato indagini, svolte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Chieti, su delega della Procura di Vasto (Ch).

Gli accertamenti hanno raccolto elementi di prova secondo le quali, "negli ultimi due anni, - scrivono le Fiamme gialle - in tre hanno riscosso un importo complessivo di oltre 360mila euro, con interessi che oscillavano tra l’800% e il 1.400%, a fronte di un prestito di 35mila euro elargito ad un sub-agente di una compagnia assicurativa".

Le verifiche si sono basate su testimonianze, accertamenti bancari, analisi di registrazioni telefoniche e messaggi vari esibiti dalla parte lesa. Gli strozzini, uno residente a Casalbordino e due a Vasto, sono stati prima denunciati e ora, a loro carico, c'è una richiesta di rinvio a giudizio.

Sono imputati di usura ed estorsione. Nel medesimo contesto è emerso che la vittima, per far fronte al pagamento degli interessi alle scadenze pattuite e per non subire il sistematico ricorso a minacce di violenza e morte nonché intimidazioni di rapimento dei familiari, ha preso - approfittando della sua qualità di sub-agente di un’agenzia assicurativa intestata al fratello - circa 148.000 euro, rendendosi, di conseguenza, responsabile dei reati di appropriazione indebita e truffa. Finendo per essere indagato. 08 nov. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1761

Condividi l'Articolo