Rocca San Giovanni. 'Puliamo il mondo' cominciando... dalla spiaggia
GUARDA LE FOTO

Rifiuti perfino fra le scogliere a protezione della costa.

A ripulire la spiaggia di Rocca San Giovanni (Ch) ci hanno pensato le classi seconde della scuola secondaria di primo grado "Giuseppe Mazzini" in collaborazione con Legambiente Gaia di Lanciano (Ch), Rieco e il Comune. E’ l’iniziativa “Puliamo il mondo” giunta alla 29a edizione.  

I ragazzi hanno effettuato la raccolta dei rifiuti in località la Foce. Il primo passo è stato comprendere che il rifiuto che arriva in mare è un rifiuto mal gestito sulla terraferma.
Il secondo passo è stata la raccolta: minuziosa ed impegnativa perché caratterizzata da frammenti piccolissimi di plastica, carta e cicche di sigarette incastrati e nascosti anche fra i ciottoli. E' stata, inoltre,  l’occasione per passeggiare ed illustrare la Via Verde della Costa dei Trabocchi, uno dei tratti costieri più suggestivi d’Italia.

"Da sempre Legambiente Lanciano è impegnata nelle campagne per la salvaguardia e la protezione del nostro Pianeta e si caratterizza per il coinvolgimento dei giovani e dei più piccoli, rivolgendo l’attenzione alle istituzioni scolastiche del territorio. Quella di quest’anno, con i docenti e gli allievi dell’istituto comprensivo "Mario Bosco", è una delle tante iniziative promosse": così Paola Marrollo, presidente Legambiente Gaia Lanciano mentre, Giuseppe Di Marco, presidente regionale dell'associazione getta uno sguardo sul futuro: "E' bello vedere come i più piccoli si prendono cura del territorio, specie adesso che è in corso la COP26 ovvero la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Abbiamo una grande emergenza globale da affrontare e non c’è più tempo da perdere, bisogna fare scelte coraggiose, altrimenti rischiamo di cancellare il futuro dei nostri figli".

Da diversi anni l’istituto "Bosco", come scuola sostenibile, aderisce alle svariate iniziative di "Sostenibilità ambientale" promosse da associazioni ed enti. Dal 2018, inoltre, è diventato scuola associata alla rete Aspnet Unesco e ora aderisce al "Piano RiGenerazione Scuola" volto a "Garantire entro il 2030 che tutti i discenti acquisiscano la conoscenza e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile".

L’auspicio della dirigente scolastica, Mirella Spinelli, degli insegnanti e delle associazioni è che queste iniziative "possano indurre i giovanissimi, nonché gli adulti di domani, ad assumere comportamenti sempre più rispettosi dell’ambiente e della natura, vista l’impellente necessità di contrastare i fenomeni di inquinamento". 14 nov. 2021

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 1313

Condividi l'Articolo