Lanciano. 'Puliamo il mondo': studenti ed insegnanti della Mazzini tolgono rifiuti sulla spiaggia di Fossacesia
GUARDA LE FOTO

A scuola… in spiaggia. Senza libri e penne, astucci o quaderni. Col cuore e le mani. E braccia pronte a servizio di un futuro, partendo dal presente, con una qualità di vita migliore per tutti. Ed allora… via i rifiuti dalle spiagge!

I ragazzi delle sezioni seconde della scuola media “Giuseppe Mazzini” di Lanciano (del comprensivo “Mario Bosco”), sono scesi in spiaggia con gli insegnanti, qualche giorno fa, aderendo alla 27esima edizione di “Puliamo il mondo”, campagna di Legambiente. Il progetto è nato dalla collaborazione fra Comune di Fossacesia, Legambiente Gaia di Lanciano ed Ecolan. Sulla spiaggia di Fossacesia gli studenti sono arrivati dapprima attraverso una sensibilizzazione didattica verso il problema dei rifiuti nei mari (ed anchenei laghi e nei fiumi) e poi fattivamente sono stati loro stessi ad essere volontari.

Minuziosamente e con appassionato impegno (vedi foto) i ragazzi hanno raccolto frammenti sia grandi che piccolissimi di plastica, carta gettata senza senso civico dai cittadini (pur in presenza di cestini appositi…) ed anche mozziconi di sigarette incastrati e nascosti tra i ciottoli della spiaggia. Nonché bottiglie di plastica, segno di una scarsa cultura del rispetto per l’ambiente. Sono stati tanti i sacchi di rifiuti raccolti.

“Abbiamo aderito a questa e, nel corso degli anni, a tante altre iniziative, semplicemente perché crediamo che, attraverso una forte sensibilizzazione, i giovani, nonché gli adulti di domani, possano assumere comportamenti sempre più rispettosi dell’ambiente e della natura vista l’impellente necessità di contrastare i fenomeni di inquinamento che stanno mettendo a rischio il nostro Pianeta” ci ha dichiarato Mirella Spinelli, dirigente scolastico del “Mario Bosco”.

Da anni l’istituto comprensivo “Mario Bosco”, come scuola sostenibile, aderisce alle svariate iniziative di “Sostenibilità ambientale” promosse da associazioni ed enti presenti sul territorio. Dal 2018, inoltre, è diventato Scuola associata alla Rete Aspnet Unesco per raggiungere l’obiettivo 4.7 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo sostenibile.

L’edizione di quest’anno di “Puliamo il mondo” ha visto in campo oltre 700 mila volontari, 38 associazioni che hanno ripulito insieme città, spiagge, parchi dalla sporcizia.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 1826

Condividi l'Articolo