Pollutri. Grande partecipazione di fedeli al pellegrinaggio mariano a Casalbordino
GUARDA LE FOTO

Torna al suo splendore originario il pellegrinaggio mariano da Pollutri (Ch) a Casalbordino (Ch). Dopo i due anni di stop determinati dalla pandemia il pellegrinaggio è giunto alla XXVI edizione: grande affluenza di fedeli, di gruppi parrocchiali guidati dai parroci e di confraternite diocesane.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Il pellegrinaggio trae origine, storicamente, dal contadino di Pollutri, Alessandro Muzio, che l’11 giugno del 1576 assistette all'apparizione della Madonna nel luogo dove oggi sorge la basilica della Madonna dei Miracoli a Casalbordino. Dopo l’apparizione fu costruita un umile cappella che con i secoli è diventata un importante Santuario, che accoglie il costante flusso dei fedeli, per vivere i luoghi dove echeggiò la “voce di Maria”.

Quest’anno il tema scelto dall’arcivescovo di Chieti- Vasto Bruno Forte è stato "L'amore familiare: vocazione e via di santità. Il modello di Maria". Ed è stata la statua della Madonna dei Miracoli ad essere portata da Pollutri a Miracoli.

Con partenza alle ore 17 sono state due ore di cammino orante con l'Unitalsi, il gruppo della protezione civile, molto attento ed efficiente e tutte le autorità civili e militari. All'arrivo sul sagrato del santuario c’è stata la celebrazione, come di consueto, della messa presieduta dall’arcivescovo e coadiuvato da tanti preti e diaconi della forania.

Nell'omelia padre Bruno (così è affettuosamente chiamato l’arcivescovo dai fedeli) ha pregato per tutte le famiglie, specie quelle in difficoltà affinché possano avere il dono della speranza e del desiderio di Cristo.

“Una bella accoglienza da parte dei frati del santuario insieme ad una efficiente organizzazione, hanno ridato speranza e fiducia a tutto il popolo dei fedeli. Dopo questi anni di chiusura c'è stato finalmente un raggio di luce che ha illuminato il cammino verso il miracolo dell'apparizione della Vergine al povero contadino Alessandro Muzio nel 1576” hanno commentato diversi fedeli commossi per l’esperienza.

ALESSANDRO DI MATTEO

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 437

Condividi l'Articolo