Le Iene indagano sul caso che in questi giorni ha sconvolto l'Italia, facendo parlare giornali e tv. 

Indagano sulla sentenza shock formulata dal giudice Monica Croci dell'Aquila che, il 9 ottobre scorso, pronunciandosi su richieste di risarcimento avanzate da alcune famiglie che hanno perso i propri cari nel sisma del 6 aprile 2009, e in particolare nel crollo del palazzo di Via Campo di Fossa, ha attribuito il 30% di colpa alle vittime, che sono state ritenute incaute perché dormivano.

Le Iene, a Lanciano (Ch), hanno ricostruito, in particolare, il caso di Ilaria Rambaldi, studentessa di Ingegneria morta sotto le macerie dell'edificio. Hanno ascoltato la mamma, l'avvocato Maria Grazia Piccinini, e la sorella Alessandra, che dalla tragedia sono impegnate in una strenua battaglia per ottenere giustizia dallo Stato.

Sentita anche l'amica Valeria Esposito, che era con lei nello stesso appartamento, ma in stanza diverse, e che si è miracolosamente salvata. L'edificio, sbriciolandosi, ha ucciso 29 persone, per la maggior parte giovani. 19 ott. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

PER APPROFONDIRE

Morti Terremoto L'Aquila. '30% colpa delle vittime perché dormivano'

Terremoto L'Aquila. Morti in Via Campo di Fossa: alcuni 'colpevoli' perché dormivano, altri no

- Terremoto L'Aquila. Morti in Via Campo di Fossa: stesso giudice negò colpa vittime e condannò lo Stato a risarcire

totale visualizzazioni: 1523

Condividi l'Articolo