Coronavirus. Abruzzo. Psicologi e psicoterapeuti consultabili on line per aiuto e ascolto

Vicino a chi soffre. La Fondazione dell’Ordine degli psicologi d’Abruzzo onlus continua a svolgere la sua attività di supporto gratuito denominato "Non vi lasciamo soli", in risposta alla pandemia da Covid 19.

Il servizio, attivato con il manifestarsi del coronavirus nel nostro Paese, è stato avviato dai primi giorni del mese di marzo dell’anno scorso, con  una task force di psicologi e psicoterapeuti che, tutti a titolo di volontariato, hanno realizzato diversi progetti, operando su più aree: infanzia, adolescenza, soccorritori, genitorialità, forze armate, personale sanitario. Molte attività si sono concluse nei primi giorni del mese di luglio; mentre altre sono state garantite  durante il periodo estivo.

Un aiuto nato per non lasciare soli quanti sono stati colpiti o esposti all'emergenza Covid, con un ascolto delle ansie, dubbi, isolamenti, restrizione delle libertà personali, paura del contagio, convivenze forzate e tutto ciò che nel profondo genera una condizione di vita non scelta, in un radicale cambiamento. L’obiettivo è quello di salvaguardare e, in alcuni casi, ripristinare l'equilibrio tra il sentimento di paura e il rischio oggettivo; sostenere per abilitare ad accettare il limite per la perdita di una discreta quota della propria libertà per garantirsi ora un po’ più di sicurezza o come scriveva Freud in “Il disagio della civiltà”,  barattando "una parte della sua possibilità di felicità per un po' di sicurezza".

"In risposta alla seconda ondata di diffusione di massa dell'infezione, e alle relative restrizioni che hanno colpito la nostra regione, con misure severe di chiusura, - viene spiegato - si è riscontrato un crescente bisogno di supporto psicologico, espresso a più voci da diverse categorie lavorative, principalmente personale sanitario esposto in prima linea nel fronteggiare la grave pandemia e malati. La Fondazione si è nuovamente resa disponibile per mettere gratuitamente in campo le proprie forze. Così si sono attivati tre sportelli di ascolto telematico: Sportello di ascolto della popolazione; Sportello di ascolto dei positivi al Covid e persone in isolamento; Sportello di ascolto dei sanitari e loro famigliari". 

Era entrato in funzione  anche lo sportello "Pronto… Chi favola?", ma attualmente non ci  sono  le condizioni per ripristinare tale  progetto, ma vengono garantite le consulenze online, per fornire informazioni e supporto.

Le liste dei professionisti coinvolti sono consultabili nel sito della fondazione www.fopsia.it . 19 genn. 2021

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 538

Condividi l'Articolo