'Discariche in cave dismesse': i 5Stelle attaccano proposta legge assessore Campitelli

Un’ombra sulla possibilità di utilizzare le cave dismesse per realizzare discariche di rifiuti, invece che attuare la riqualificazione ambientale del sito, aleggia sulla proposta di Legge regionale numero 120 a firma dell’assessore leghista Nicola Campitelli, passata in prima lettura nella II Commissione permanente della Regione.

A individuare il "punto oscuro" nell’articolo 9 del testo, sono stati i consiglieri regionali pentastellati Giorgio Fedele e Barbara Stella, che hanno chiesto di approfondire questo e altri aspetti nebulosi e di prevedere, comunque, l’audizione in Commissione di associazioni ambientaliste e portatori di interesse.

“E’ singolare – affermano i consiglieri - che in una proposta di legge sull’economia circolare, piena di principi volti a ridurre i rifiuti e riciclarli più possibile, possa essere stata prevista la possibilità di utilizzare cave dismesse per ospitare nuova impiantistica dedicata al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti. Soprattutto se, a quanto è dato sapere in base al Piano rifiuti regionale vigente, l'Abruzzo ha complessivamente una capacità più che sufficiente per lo smaltimento in discarica del rifiuto residuo indifferenziato".

"Abbiamo chiesto – spiegano ancora Fedele e Stella - approfondimenti perché, seppur il testo interviene su punti importanti, su questo aspetto vogliamo andare fino in fondo. Non molleremo di un centimetro perché la ‘Regione verde d’Europa’, dovrebbe attuare in modo concreto e fattivo il modello di economia circolare che chiediamo da tempo".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 527

Condividi l'Articolo