Piccolo com'è, a soli 8 anni, gli tocca stare lì, dietro alle bare dei suoi genitori. Prima i due carri funebri, e poi, insieme ai fratelli di 16 e 18 anni, lui, Edoardo, 8 anni, superstite dell'Hotel Rigopiano, su cui lo scorso 18 gennaio è scivolata una valanga che ha squarciato, dilaniato e cancellato il complesso, con i suoi 40 ospiti, tra clienti e dipendenti. A Loreto Aprutino (Pescara) sulla strada del cimitero, c'è un pezzo di paese ad accompagnare Sebastiano Di Carlo, 49 anni, e Nadia Acconciamessa, di 47, marito e moglie, morti nell'albergo, dov'erano andati per una breve vacanza. Con loro avevano portato anche il figlio minore, Edoardo, che si è salvato, ora orfano. Loreto Aprutino è il centro più colpito dal disastro dell'hotel. 25 gennaio 2017


@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 3077

Condividi l'Articolo