Terremoto, L'Aquila 10 anni dopo. Il 6 aprile lutto cittadino

Il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, ha firmato l'ordinanza con cui viene proclamato il lutto cittadino per l'intera giornata del prossimo 6 aprile, in occasione del decimo anniversario del terremoto. In tutti gli edifici pubblici le bandiere saranno disposte a mezz'asta, mentre è previsto il divieto, nelle vie e nelle piazze in cui si svolgono le iniziative in ricordo, di tutte le attività che possano essere d'intralcio. Vietate, inoltre, le attività ludiche e ricreative ed ogni altro comportamento che contrasti con il carattere luttuoso della ricorrenza o con il decoro urbano.

Si specifica, fa sapere il Comune, che sarà consentito lo svolgimento di gare, manifestazioni e incontri già previsti nei rispettivi calendari sportivi. Con il provvedimento si invitano i dirigenti scolastici a far rispettare un minuto di silenzio prima dell'inizio delle lezioni e gli esercizi commerciali, le imprese, le attività artigianali e le altre organizzazioni pubbliche e private, con esclusione dei servizi indispensabili ed obbligatori, a sospendere l'attività lavorativa fino alle 11 nella mattinata del 6. Infine, i tutti i cittadini e le organizzazioni sociali, culturali e produttive, le altre pubbliche amministrazioni sono invitati a partecipare alle iniziative promosse in commemorazione, nonché ad esprimere, in forme decise autonomamente, la partecipazione in ricordo delle 309 vittime. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 665

Condividi l'Articolo