Sindacale. Elezioni alla Trigano Van e alla Ma2 (ex Blutec): Fiom fa il pieno di consensi

La Fiom Cgil Chieti fa il pieno di voti alla Trigano Van di Paglieta (Ch) e alla Ma2 srl (ex Blutec) di Atessa, nelle elezioni per il rinnovo della Rru/Rls.

Alla Trigano Van, che produce camper, ha votato l'87,80% dei lavoratori. Su 164 aventi diritto, sono andati alle urne in 144  e Fiom ha ottenuto 129 preferenze, cioè il 90,20% dei consensi, eleggendo Cesare Silvestri come Rsu e Rls; Gabriel Rullo come Rsu ed Emiliano Di Folco come Rsu. "Tale risultato - spiega una nota del sindacato - premia l'attività svolta con coerenza e professionalitàNon in ultimo il rinnovo dell’integrativo aziendale volto a garantire le aspettative dei lavoraotri, ma che al contempo ha dovuto tener conto della sfida posta dall’azienda al tavolo sindacale: nella contrattazione siamo riusciti a tenere in equilibrio le necessità di tutti. Con l’ultimo integrativo - si spiega ancora - siamo riusciti a portare a casa, oltre alle contropartite economiche, la trasformazione in tre anni di 24/28 lavoratori da precari a dipendenti; l’inserimento di una norma che da la possibilità di donare ore di permessi annui personali fra lavoratori (nel caso di malattie gravi all’ interno del nucleo familiare al fine dell’ assistenza). Inoltre l'azienda per i casi di malattie gravi si è impegnata a riconoscere due giorni di ulteriori permessi. La parte più importante prevede che il gruppo farà un investimento importante nel nostro territorio, che potrebbe portare con l’implementazione di due nuove linee nei prossimi tre anni, nel caso il mercato dovesse confermare le previsioni, al raddoppio della forza lavoro.

Alla Ma2, invece, ha votato il 91,66% dei lavoratori. Su 216 aventi diritto, sono andati alle uren in 198. Sono state presentate ben sei liste. La Fiom ha eletto con 54 voti e il 27,30%, 1 Rsu e 1 Rls riconfermando Galileo Troiano. Stesso risultato per Fim che ha avuto 1 Rsu e un Rls, con 54 voti e il 27,30% ; un Rsu per Uilm, con 40 voti e il 20,20%;  1 Rls per Failms con 24 voti; nessun eletto per Usb e Fismic. 

"La vertenza ex Blutec - viene ricordato - è forse una delle più difficili e controverse che siano presenti a livello nazionale. Iniziata diversi anni fa, ha raggiunto il culmine nel 2019 quando avvennero arresti e commissariamento. Ogni giorno, nel 2019, si è rischiato di trovare lo stabilimento chiuso ma grazie al lavoro fatto, oggi questa realtà è tornata ad avere la speranza di un futuro, sia per i livelli occupazionali, sia per il territorio. Ci sono 216 lavoratori. E’ stato raggiunto un accordo con Ma srl, che ha in affitto l’azienda fino a giugno, con opzione di vendita. In questi mesi è in atto un processo di trasformazione che dovrebbe portare il sito ad essere nuovamente un punto di eccellenza". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1450

Condividi l'Articolo