Dalla Costa dei Trabocchi all'interno. Da Vasto ad Atessa: stroncato traffico illecito di vongole
GUARDA LE FOTO

Stop la traffico illecito di vongole. Ci hanno pensato gli uomini della Guardia costiera di Vasto (Ch) nei comuni di Vasto, San Salvo, Casalbordino e Torino di Sangro, ma anche nell’entroterra, a bloccare la pesca abusiva.

Su un veicolo in transito sulla Statale 16, in collaborazione con la capitaneria di Ortona (Ch), gli uomini di Vasto hanno rinvenuto 100 chili di vongole senza documentazione e controllo sanitario. Il conducente si è visto elevare una sanzione di 2.000 euro (anche in conseguenza del trasporto del prodotto ittico su un mezzo non adeguato allo scopo e sprovvisto di relativa idoneità). Le vongole erano destinate a centri commerciali molisani.

"L’attività – ha dichiarato la Guardiacostiera - si pone a chiusura di una intensa operazione effettuata nei giorni scorsi dalla Guardia Costiera di Vasto, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Pescara, che ha visto l’effettuazione di numerosi controlli posti in essere oltre che a pescherecci, anche attraverso i sistemi di localizzazione radio-satellitari, che a numerose attività commerciali tra le quali ristoranti e pescherie, raggiungere anche il centro di Atessa.

Non solo sulle strade ma anche in ambito commerciale l’attività è stata intensa: in una pescheria di San Salvo sono stati rinvenuti oltre 50 chili di vongole sprovviste del previsto bollo sanitario e pertanto prive di tracciabilità, portando i militari ad elevare al titolare dell’attività commerciale una sanzione amministrativa di 1.500 euro ed al sequestro del relativo prodotto ittico, non idoneo al consumo umano.

Un’altra irregolarità è stata rilevata in un’attività commerciale di Vasto dove sono state rinvenute diverse specie di prodotto ittico, sprovviste della prevista etichettatura utile ai fini della rintracciabilità del prodotto. Congiuntamente al personale dell’Asl Lanciano Vasto Chieti, intervenuto sul posto, si è proceduto ad elevare a carico del trasgressore una sanzione amministrativa di 1.500 euro per la violazione delle norme in materia di rintracciabilità". I controlli non finiscono qui, la guardia costiere assicura un monitoraggio costante sui traffici illeciti di prodotti ittici.

ALESSANDRO DI MATTEO

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2237

Condividi l'Articolo