Coronavirus. Pescara, Montesilvano, Spoltore e Francavilla 'zona arancione'. Altri 7 comuni sotto osservazione

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l'ordinanza numero 6, del 10 febbraio 2021, in cui mette l'area metropolitana in zona arancione. Restrizioni, da domani e per i prossimi 14 giorni, a Pescara, Montesilvano, Spoltore e Francavilla al Mare. Allerta poi per Chieti, Gessopalena, Torrevecchia Teatina, Carsoli, Pianella, Bucchianico e Giulianova.

Il Gruppo tecnico-scientifico regionale (Gtsr) - si fa presente nel documento del governatore - riunito in data 9 febbraio, al fine di disamina dello scenario epidemiologico territoriale, con specifico esame dei dati di incidenza dei singoli comuni dell'Abruzzo, ha preso atto del peggioramento della situazione di circolazione del Sars Cov2 sul territorio regionale, che va ad estendersi su una sempre più ampia area e che è aggravata dalla presenza acclarata delle "varianti" del virus". 

Il Gtsr ha "altresì evidenziato che il trend di peggioramento che si configura, congiunto all’incremento del tasso di ospedalizzazione, induce a ritenere la sussistenza, ai fini di prevenzione e di tutela della salute pubblica, dei presupposti per l’applicazione di misure restrittive maggiormente mirate... ove vi sia un incremento del tasso di positività sulla popolazione maggiore del 20%".

Così, per due settimane, esercizi commerciali aperti ma "divieto di ingresso/uscita" nei e dai 4 comuni interessati", "eccetto che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute; divieto di stazionamento e assembramento nelle piazze, nei centri storici e in prossimità degli esercizi commerciali; obbligo di ingresso contingentato in tutte le attività". Stop quindi alla movida, ai locali pieni oltre il numero consentito dalle norme, divieto di assembramento e di stazionamento fuori. Niente più strade affollate.

Osservati speciali sono invece Chieti, Gessopalena, Torrevecchia Teatina, Carsoli, Pianella, Bucchianico e Giulianova, dove i contagi sono in aumento e da sottoporre "a monitoraggio intensivo, dando mandato alle Asl competenti di dare notizie tempestivamente al Dipartimento Sanità... qualora i parametri suindicati suggeriscano l’adozione di misure restrittive a livello comunale". 10 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2887

Condividi l'Articolo