Coronavirus. Abruzzo. Altri dieci migranti positivi: sono quelli ospitati a Civitella del Tronto

Anche a Civitella del Tronto, nel Teramano, dieci migranti sono stati trovati positivi al Covid-19.

"Tutti i timori che avevamo ragionevolmente espresso motivando la nostra contrarietà al loro arrivo si sono rivelati fondati", dice il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Dopo Pettorano sul Gizio (8 contagiati), Moscufo (7), Gissi (16) e L'Aquila (2) anche a Civitella dieci immigrati su cinquanta, pari al 20%, sono risultati positivi. "Ora anche qui - prosegue il governatore - si pone il problema su come gestire e separare i positivi dai negativi, dentro a strutture che, come avevano denunciato anche i sindaci, sono inadeguate a questo scopo.
La dissennata politica del Governo ha trasformato i Centri d'accoglienza in Abruzzo in vere e proprie bombe virologiche a orologeria". 

"Il Governo - prosegue Marsilio - ha la grave responsabilità di aver messo in pericolo una comunità che con mesi di sacrifici e disciplina aveva praticamente azzerato i contagi e che ora si deve difendere da focolai d'infezione di importazione. In presenza di questa epidemia bisogna bloccare le navi al largo delle coste libiche e tunisine e controllare in maniera rigida le frontiere, non pensare ad accoglienza e distribuzione sul territorio che moltiplica solo i pericoli". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1200

Condividi l'Articolo