Coronavirus. Abruzzo. Altri 7 comuni in 'zona rossa': ecco quali. Marsilio: 'Aspettiamo i vaccini'

Altri sette comuni in "zona rossa" in Abruzzo.

Lo ha stabilito il presidente della Regione, Marco Marsilio, con l'ordinanza numero 17, appena firmata e con cui dispone misure restrittive nei centri di Montazzoli, in provincia di Chieti; Martinsicuro, Colonnella, Morro d'Oro e Nereto nel Teramano, e Prezza e Pratola Peligna in provincia dell'Aquila. Il provvedimento sarà in vigore domani, 18 marzo, e avrà efficacia fino al prossimo 28 marzo.

Per quanto riguarda il paese di Montazzoli entrano in vigore le misure restrittive regionali per cui non verranno più applicate le misure del decreto Draghi ma quelle previste dalla Regione. Fino a questo momento erano 35 i Comuni in "zona rossa": ad essi, ora, a causa dell'aumento dei contagi da Covid-19, si aggiungono questi altri 7 per complessivi 42 sparsi su tutto il territorio. 

Intanto, sulla questione vaccini, Marsilio dice: "Nella giornata in cui AstraZeneca è stato sospeso ci siamo ritrovati a dover mandare a casa le persone. Abbiamo riconvertito l'organizzazione concentrandoci sulle dosi di Pfizer e Moderna. La campagna è andata avanti, l'Abruzzo ancora oggi è una regione che è tre o quattro punti sopra la media nazionale di somministrazione. Se ci arrivano i vaccini siamo in grado di somministrarli, anche in tempo breve".

"Abbiamo chiuso - dice - un accordo con i medici di medicina generale, altrettanto stiamo facendo con i farmacisti. Se avessimo i vaccini saremmo in grado in qualche settimana di raggiungere una quota consistente di abruzzesi e creare un'immunità diffusa, che può consentire una diversa gestione della pandemia".  17 mar. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 8940

Condividi l'Articolo