Casoli. Morte ex sindaco De Luca: lutto cittadino per i funerali di domani
GUARDA LE FOTO

Sarà lutto cittadino domani a Casoli (Ch), nel giorno dei funerali dell'ex sindaco Sergio De Luca. E' stato proclamato dal sindaco Massimo Tiberini. In municipio bandiere a mezz'asta.

Le esequie si terranno nella mattinata, alle 9.30, nella chiesa di Santa Reparata, partendo da casa dell'ex amministratore dove è stata allestita la camera ardente. Le attività commerciali resteranno chiuse, serrande abbassate.

De Luca è morto ieri mentre era al lavoro nei suoi amati campi: a bordo di un trattore cingolato stava realizzando, su un podere di proprietà della famiglia, dei solchi tagliafuoco, che avrebbero arginato le fiamme in caso di incendi. Lui era un quotato ed esperto agronomo e, considerati i roghi che stanno devastando in questo periodo il territorio, aveva deciso di intervenire preventivamente. Ma lo ha tradito un fossato nascosto dalla vegetazione, dove è precipitato. Il mezzo agricolo si è rovesciato e gli è piombato addosso, schiacciandolo. Un decesso che ha sconvolto: cordoglio è stato espresso da tutto il territorio.

”La comunità degli amministratori piange un uomo per bene", dice Gian Paolo Rosato, sindaco di Taranta Peligna. "Era un signore, garbato, elegante, - ricorda il sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo - sempre capace di mediare con la competenza e l’equilibrio frutto di un carattere mite e di un’esperienza antica. E’ stato amministratore lungimirante di Casoli, punto di riferimento di tutta l'area, che ha saputo raccogliere grandi risultati. Il destino assurdo, inaspettato, lo ha rapito in un luogo che ha sempre adorato".

"Una disgrazia che mi colpisce profondamente", afferma il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio dopo aver appreso la notizia. "Ciao Sergio - scrive su Facebook il segretario provinciale del Partito democratico di Chieti, Gianni Cordisco -. Un grande uomo non lascia un grande vuoto ma un ricordo enorme".  “Non ci sono parole per descrivere il dolore provocato da questa notizia – afferma Consuelo Di Martino, sindaco di Palombaro -. Una persona per bene, gentile e disponibile che ho avuto modo di apprezzare da collega sindaco, e, ancor prima, da avvocato della Coldiretti". Condoglianze arrivano anche dal sindaco di Rapino, Rocco Micucci, e da quello di Roccascalegna, Domenico Giangiordano, che scrive: "Amico, consigliere, uomo di parola, non ti dimenticheremo mai". "Rimarrà viva -  dichiara Vincenzo Muratelli, sindaco di Altino -  la tua grande capacità di essere la guida, il modello, il consigliere, il richiamo e l'esempio per tutti. Quando ti abbiamo cercato per avere un tuo parere sulle questioni del territorio la tua saggezza e onestà erano le chiavi di lettura per leggere, interpretare e poi prendere le decisioni. Uno straordinario esempio del fare amministrativo e un amico gentile e di raffinata signorilità".

Tanti i sindaci che, in fascia tricolore, saranno presenti alla cerimonia funebre, dove ci saranno i gonfaloni del Comune di Casoli e di Castel San Pietro Terme (Bologna), città gemellata. "E' un giorno triste per Castel San Pietro: è morto Sergio De Luca, l’ex sindaco di Casoli - afferma il sindaco Fausto Tinti -. Era stato De Luca - ricorda - ad avviare il percorso, stringendo il primo patto di amicizia nel 2012, poi diventato gemellaggio nel 2017 quando il sindaco di Casoli era già Massimo Tiberini. Con Casoli, Castel San Pietro - evidenzia - condivide caratteristiche geografiche, storiche e culturali: è a Casoli che è nata la gloriosa Brigata Maiella che si impegnò nella Liberazione di numerosi comuni italiani, tra cui Castel San Pietro".

"L'onestà il suo ideale, il lavoro e la comunità la sua vita, la famiglia il suo affetto. Il suo esempio resterà nella memoria di tutti": così lo salutano la moglie Daniela, i figli Mattia e Ilaria, i genitori Rocco e Annamaria, la suocera Fioretta e la sorella Rosangela. 10 agosto 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

LEGGI ANCHE

totale visualizzazioni: 2346

Condividi l'Articolo