Da Liegi a Colledimezzo in bici: turisti, non per caso, in Val di Sangro
GUARDA LE FOTO

Vincent, Michel, Didier e Alain sono partiti dalla città di Liegi il 17 maggio e, percorrendo 1.700 chilometri, hanno attraversato mezza Europa toccando Lussemburgo, Germania, Austria e poi il Tirolo, il Trentino Alto Adige, Venezia, San Marino, Ancona, Pescara per giungere sulla Costa dei Trabocchi e per approdare domenica 2 giugno a Colledimezzo (Ch), che si specchia nel lago di Bomba, meta finale del loro lungo viaggio in bicilcetta.

Ci si chiederà perché proprio Colledimezzo, loro che nulla hanno mai avuto a che fare con l’Abruzzo se non per una precedente visita turistica di qualche anno fa. E’ presto detto, perché proprio in quella circostanza sono rimasti letteralmente folgorati dalla bellezza paesaggistica della regione, e della Valle del Sangro in particolare, per la sua posizione che permette di godere del mare, a venti minuti, e dell’alta montagna (Roccaraso) in circa mezz’ora. Uno di loro ha addirittura comperato una casa proprio a Colledimezzo, dove torna quasi ogni week end con l’aereo.  Ed ecco spiegato l’arcano. Proprio in quell'abitazione sono arrivate qualche giorno fa le famiglie e le mogli dei quattro cicloamatori (ovviamente in aereo) per concedersi una vacanza ed attendere i rispettivi mariti che arrivano invece sulle due ruote.

Naturalmente tutto il paese era ad attenderli, nella piazza principale, dove hanno ricevuto il benvenuto delle autorità, con il sindaco Christian Simonetti, e una calorosa accoglienza da parte dei cittadini.

Vincent dice di "conoscere tutti gli angoli della Val di Sangro e tutti i ristoranti della zona dove sistematicamente si reca con famiglia ed amici per degustare la famosa e rinomata cucina. Ma da Colledimezzo spesso fanno escursioni anche in altre zone dell'Abruzzo". Lui ha fatto da apripista qualche anno fa e poi la compagnia si è ingrandita e si sono moltiplicate le iniziative organizzate per venire in Abruzzo. 04 giu. 2024

VITO PAOLINI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2250

Condividi l'Articolo