Ferrovia Lanciano-San Vito bloccata con treni soppressi. 'Lunedì prossimo al via le riparazioni'

"L’interruzione della tratta è stata determinata dal tracollo sulla massicciata ferroviaria di un arbusto di grandi dimensioni - oltre 10 metri - a causa del forte vento. Proprio per via della grandezza dell’albero, è stata interessata la linea elettrica di contatto, provocando una caduta della stessa per circa 50 metri".

Così l'azienda di trasporto regionale Tua risponde all'attacco della Filt Cgil  (leggi qui) che definisce scandaloso il fatto che "un piccolo pioppo" (vedi foto), abbattuto dal vento abbia "bloccato il traffico ferroviario sulla Lanciano-San Vito", dove dal 17 settembre non passano più i treni, con corse soppresse e problemi per l'utenza. Tua annuncia che le riparazioni sono previste per "lunedì prossimo, 26 settembre, per una durata di 24-36 ore". La circolazione riprenderà regolarmente dal 27 settembre.  

"In realtà - tuona il sindacato in una nota - i tecnici in azienda non ci sono e l’inqualificabile ritardo è imputabile all’assenza di personale abilitato che va ricercato all’esterno al fine di risolvere il problema". 

"La sede ferroviaria - ribatte Tua - è stata immediatamente liberata dall’albero e l’intera linea aerea della tratta Lanciano-San Vito è stata disalimentata per motivi di sicurezza da parte del personale che espleta mansioni di vigilanza tecnico/operativa. Il ripristino della tratta è legato alla sistemazione della linea area di contatto. L’esecuzione di tale attività necessita di un intervento tecnico da parte di una ditta altamente specializzata che esegue le stesse attività sull’infrastruttura ferroviaria nazionale (Rete Ferroviaria Italiana) e che dovrà certificare, una volta terminati gli interventi di ripristino, la piena funzionalità dell’intera trazione elettrica (corrente continua a 3000 Volt)".

"Ci scusiamo nuovamente per il disagio arrecato ai viaggiatori  – dice Enrico Dolfi, direttore della Divisione Ferroviaria di TUA -. I nostri tecnici di trazione elettrica possono eseguire solo operazioni di manutenzione ordinaria e non interventi legati alla verifica e alla regolazione della linea aerea”. 22 set. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 374

Condividi l'Articolo