"Scelgo, quindi sono" è la campagna di sensibilizzazione contro l’uso di sostanze stupefacenti, promossa dall’assessorato all’Istruzione del Comune di Lanciano (Ch), sviluppato nell’ambito del progetto “Scuole sicure”. Si tratta di un’attività di prevenzione e contrasto all’uso di droghe che spinga i ragazzi a riflettere ed a compiere scelte consapevoli e ragionate e che non siano frutto di comportamenti di omologazione di gruppo.

L'iniziativa è stata presentata dal sindaco Filippo Paolini; dall’assessore all’Istruzione Angelo Palmieri; dalla presidente della Camera penale di Lanciano, Marta Di Nenno e dalla dirigente del Serd di Lanciano, Francesca Mastrangelo.

La campagna, che giunge ora a conclusione, è stata articolata in diverse fasi attraverso incontri informativi presso gli istituti scolastici con la collaborazione di Camera penale di Lanciano, Tenenza dei carabinieri di Lanciano e la Asl Lanciano-Vasto-Chieti.

Nei prossimi giorni sarà rafforzata attraverso una serie di immagini d'impatto e messaggi evocativi, mediante diffusione mirata nelle scuole superiori della città, di locandine e flyer, attività su organi di stampa e sul web, e la collocazione di 8 totem negli atrii delle scuole.

In tutti i supporti grafici è stato inserito un QR code di contatto con le strutture sanitarie della Asl dove è possibile rivolgersi in forma riservata in caso di necessità.

L'evento conclusivo si terrà il 21 maggio all’auditorium “Gennaro Paone” della Bper. In questa occasione 400 studenti parteciperanno a un dibattito con il noto rapper Antonio Sciotto, in arte “Chicoria”.

Un format che l’artista sta portando presso le scuole e le comunità. Nel corso dell'incontro, Chicoria racconterà le sue esperienze e dialogherà apertamente con i ragazzi, affrontando tematiche attuali e scomode ma di fondamentale importanza, come l’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti, la tossicodipendenza e il percorso discendente che porta prima a delinquere e poi, attraverso crimini sempre più gravi, a finire in carcere.

Parte dell'incontro è dedicata alla descrizione di cosa significa realmente vivere in carcere e di cosa comporta la perdita della libertà. Tuttavia, il focus principale è sulla rinascita personale, sulla presa di coscienza di se stessi come individui, e sull'importanza di mettere a frutto i propri talenti e passioni per trovare la propria strada. 19 mag. '24

Servizio di PINA DE FELICE e MASSIMILIANO BRUTTI

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 424

Condividi l'Articolo