Covid. In 77 Comuni del Chietino week end di screening per gli studenti. File e disagi
GUARDA LE FOTO

Sono 77 i comuni della provincia di Chieti "che - recita una nota dell'Azienda sanitaria - hanno recepito l’invito della Asl a promuovere uno screening ad ampio raggio sulla popolazione scolastica di primo e secondo grado alla vigilia della ripresa delle lezioni", prevista per il 10 gennaio.

Da testare 42 mila studenti e 15 mila tra insegnanti e personale non docente. Per questo ci sono, quasi ovunque, file e attese lunghe, di ore ed ore, con gravi disagi per le famiglie.

L’attività è stata garantita grazie alla disponibilità di 64 mila tamponi rapidi messi a disposizione dalla Asl e dalla Regione Abruzzo, che ha emanato una specifica ordinanza per mettere in sicurezza l’avvio della didattica in presenza. 

"Ci siamo attivati per contattare i sindaci e sollecitarli ad aderire alla nuova campagna - sottolinea il direttore generale della Asl Thomas Schael  - sulla quale il Governo regionale concentra attenzione. La risposta degli amministratori è di ora in ora più massiccia, e permetterà di identificare e isolare eventuali nuovi positivi asintomatici".

I risultati dei tamponi saranno inseriti contestualmente sulla piattaforma messa a disposizione dalla Asl, che si fa carico anche delle attività di smaltimento dei materiali utilizzati a fine giornata, nonché della distribuzione dei tamponi acquistati. A tal proposito gli addetti incaricati dai Comuni che partecipano potranno ritirare ulteriori kit in caso di necessità presso la farmacia dell’ospedale di Chieti fino alle 19 di sabato 8 gennaio. 

Allo screening possono partecipare gli alunni dai 6 anni in su e il personale scolastico. Possono rivolgersi ai paesi limitrofi i ragazzi residenti in centri che non partecipano alla campagna per ragioni organizzative. Nessuno sarà rimandato indietro, anche se non residente. 08 gen. '21

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 1037

Condividi l'Articolo