GUARDA LE FOTO

Crolla, durante la costruzione, il cantiere del nuovo supermercato Esselunga a Firenze ed è strage: tre morti, tre feriti e ci sono ancora due dispersi.

E' successo poco prima delle 9 di questa mattina, alle 8.52 come raccontano i filmati delle telecamere vicine, in via Giovan Filippo Mariti (zona Rifredi) sull’area in cui sorgeva il Panificio militare. L'edificio, innalzato in parte, si accascia, accompagnato da un boato e una nube di polvere, travolgendo una squadra di otto operai. "Sul cantiere erano in 50- , dichiara il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani - e per poco non è stato travolto un pulmino pieno di bimbi".

Improvvisamente una grande trave di cemento armato al quarto piano del supermercato, che era già stata collocata, ha ceduto da un lato. Ha generato una serie di crolli a catena, di un solaio e di altre travi, e i lavoratori sono precipitati, finendo nel seminterrato. Sono stati recuperati alcuni corpi, scavando tra le macerie. Altri operai sono stati portati in ospedale: i tre ricoverati al "Careggi" sono tutti originari della Romania e hanno 37, 48 e 51 anni. Ne mancano ancora due all'appello e le ricerche continueranno tutta la notte. Impegnati, a scavare, numerose squadre di vigili del fuoco dell'Usar (Urban Search And Rescue), anche con cinofili, droni, escavatori e gru del cantiere. (nel video)

La Procura ha aperto un fascicolo, al momento senza indagati, per crollo colposo e omicidio colposo plurimo. Il cantiere è finito sotto sequestro. 

Una delle vittime, probabilmente l'unico italiano, è Luigi Coclite, 59enne originario di Montorio al Vomano (Teramo), dove c'è la famiglia d'origine della vittima, e residente a Collesalvetti (Livorno). E' stato il primo ad essere identificato. Lavorava per la ditta Gullini Gargani Morena di Santa Maria a Monte.

"Siamo profondamente addolorati per questa terribile tragedia, che ha colpito l'Italia e la nostra piccola comunità - dice, ad Abruzzolive.tv, il sindaco di Montorio, Fabio Altitonante -. Ci stringiamo - continua il sindaco - alla famiglia di Luigi, ai fratelli Marco e Simona, alla mamma Italia. Un abbraccio da tutta la comunità di Montorio va ai figli, Alessio e Lucrezia. E' una famiglia che conosco fin da bambino - continua - e sono personalmente scosso. La famiglia di Luigi avrà tutto il supporto necessario dal Comune, che proclamerà lutto cittadino nel giorno del funerale".

Quasi tre morti ogni giorno nel nostro Paese. La tragedia di Firenze aggiunge altri lutti e altro dolore e suscita l'ira dei sindacati: una scia di sangue "inaccettabile", sostengono Cgil, Cisl e Uil: la sicurezza deve essere una priorità, per tutti.  "Spesso questi incidenti sono prodotti dal sistema del subappalto e della logica degli appalti al massimo ribasso. E' stato questo governo a modificare il Codice degli appalti e a reintrodurre il subappalto a cascata", attacca il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. Il richiamo è alla politica e il ministro del Lavoro, Marina Calderone, assicura nuovi interventi, un pacchetto di misure, già nel prossimo Consiglio dei ministri.  16 feb. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2023

Condividi l'Articolo