Il padre considerato un oppositore politico. Prima il carcere, poi l'internamento e una lunga odissea tra i paesi dell'Abruzzo - Pizzoferrato, Villa Santa Maria, Lanciano e Atessa, in provincia di Chieti -, anche per evitare la deportazione nei campi di sterminio. E' la storia della piccola  Daisy Dente e della sua famiglia ebrea.

Il racconto è dello storico abruzzese Gianni Orecchioni. La piccola Daisy è interpretata da Gioia D'Alessandro di Atessa; mentre il fratello di Daisy è interpretato da Edoardo D'Alessandro, di Atessa.  Le foto in bianco e nero di Atessa sono di Marco Maccarone.

Intervista a cura di Serena Giannico. Regia, riprese e montaggio Massimiliano Brutti. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2518

Condividi l'Articolo