Urne aperte per 1.211.204 elettori, di cui 591.635 di sesso maschile e 619.569 di sesso femminile, distribuiti sulle 1.633 sezioni istituite nei 305 comuni. Domani, 10 febbraio, dalle 7 alle 23, si svolgeranno in Abruzzo le elezioni del presidente della Giunta e del Consiglio regionale. Voteranno per la prima volta, al compimento del 18esimo anno di età, circa 11.730 elettori. Le prefetture forniranno supporto e collaborazione alla Regione Abruzzo nelle operazioni legate al voto. E' stato, inoltre, firmato un accordo con il ministero dell'Interno - riferisce il Viminale - per la concessione dell'utilizzo della piattaforma informatica Siel (Servizio informativo elettorale). In virtù di tale accordo, nella giornata di domenica si provvederà alla acquisizione telematica e alla diffusione su internet dell'affluenza alle urne (ore 12, 19 e 23). Nel corso della notte, invece, verranno diffusi, man mano che perverranno, i risultati ufficiosi dello scrutinio. La proclamazione degli eletti sarà effettuata dalla competente Corte di appello. La scheda sarà di colore verde. 

Sono quattro i candidati presidente per un totale di sedici liste e circa 244 candidati consiglieri. Giovanni Legnini, 60 anni, ex presidente del Consiglio superiore della magistratura ed ex senatore e deputato, prima dei Democratici di sinistra e poi del Pd, guida il centrosinistra ed è collegato a otto liste: Progressisti con Legnini-Sinistra Abruzzo-Leu, Legnini presidente, Abruzzo in Comune, Centristi per l'Europa-Solidali e Popolari per Legnini, Avanti Abruzzo-Idv, Abruzzo Insieme-Abruzzo Futuro, Più Abruzzo-Solidale Liberale Popolare Sostenibile con Legnini e Partito democratico. Fuori dai giochi Rifondazione, senza lista. Per il centrodestra, pescato direttamente da Roma, corre Marco Marsilio, 51 anni, storico esponente di Alleanza nazionale ed eletto senatore con FdI nel 2018. E' sostenuto da sei liste: Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Azione Politica, Popolo della Famiglia - Popolari per l'Italia, Udc-Dc-Idea. Il suo nome è emerso dopo una “disputa” estiva di coalizione in cui il Carroccio aveva persino avanzato la possibilità di correre da solo. In seguito lo strappo è rientrato. Sara Marcozzi, 41 anni, avvocato, consigliere regionale uscente, capeggia il M5S. E poi c'è Stefano Flajani, avvocato di 47 anni, che rappresenta CasaPound.

Si vota col sistema proporzionale, con soglia di sbarramento al 4% per le liste che corrono da sole e del 2% per quelle invece inserite all’interno di una coalizione. Non è previsto il ballottaggio. In base al numero dei voti ottenuti, al governatore verranno attribuiti tra il 60% e il 65% dei seggi. Si tratta di un ritorno anticipato alle urne, decretato dalla scelta di Luciano D’Alfonso, governatore uscente, che ha optato per il posto in Senato dopo essere stato eletto tra le fila del Pd lo scorso 4 marzo.

LINK AL VIDEO : Come si vota Elezioni Regione Abruzzo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 406

Condividi l'Articolo

Articoli correlati