'Settembre andiamo, è tempo di migrare...'. Il Cammino della transumanza da L'Aquila verso la Puglia
GUARDA LE FOTO

Settembre andiamo, è tempo di migrare...". Si svolge anche quest'anno il Cammino della transumanza, iniziativa giunta alla 17esima edizione.

Si parte da L’Aquila il 29 settembre, dal piazzale di Collemaggio, e, attraverso il percorso del Tratturo Magno, pecore al seguito, si arriverà a Lanciano (Ch) il 3 ottobre per giungere, l’8 di ottobre, a Foggia, in piazza dell’Epitaffio, passando per il Molise.

"La partecipazione non comporta alcuna spesa – spiega Antonio De Caro, uno degli organizzatori - se non quella relativa al mangiare e al dormire e ci si può inserire, o rinunciare, ad ogni tappa. Un modo per omaggiare la cultura e l’economia rurale e agro-pastorale". 

Sono dieci le tappe, per un totale di oltre 244 chilometri di percorrenza. Dalla natura selvaggia dell’Aquilano, alle magnifiche colline pescaresi e della provincia di Chieti, ai vigneti e alle coste della terra frentana, per poi rientrare attraversando le linee sinuose delle colline del Molise  arrivando infine al mosaico dei campi arati e colorati del tavoliere della Puglia.

"Tracturo 3000" ringrazia tutti i pastori, i camminatori, gli appassionati della transumanza e della cultura pastorale che parteciperanno all’evento, nonché i Comuni, le Pro loco e le associazioni culturali che hanno collaborato. 

In Appennino i tratturi sono molto di più che semplici sentieri. Rappresentano infatti il solco della tradizione segnato da migliaia di uomini e animali passati nel corso di decenni per seguire i ritmi dell’allevamento. Nella grande rete di percorsi della transumanza i tratturi erano una sorta di autostrade dei pastori, in cammino su direzioni alterne a seconda dei ritmi delle stagioni.

Espressione di una cultura così importante tanto da essere riconosciuta Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità dall’Unesco nel 2019. Oggi su queste tracce, che non vedono più passare gli armenti, è possibile ripercorrere a piedi quelle antiche rotte, transitando di borgo in borgo proprio come si faceva un tempo.

Chi è interessato può contattare i seguenti numeri per aderire alla manifestazione e per avere e necessarie informazioni: 335 7081345, oppure 351 5250463.  28 set. 2023

VITO SBROCCHI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1234

Condividi l'Articolo