Ecco il nuovo servizio di trasporto ferroviario tra Sangritana e la tedesca CargoBeamer
GUARDA LE FOTO

La società abruzzese Sangritana e CargoBeamer, azienda, con sede principale in Germania, leader nelle soluzioni logistiche ecocompatibili per il trasporto intermodale su rotaia di tutti i tipi di semirimorchi, hanno annunciato a Lanciano (Ch) la firma di un contratto di trasporto, avvenuta a Francoforte lo scorso 13 febbraio, per il servizio ferroviario tra Bari e Domodossola.

Il servizio, avviato lo scorso 26 febbraio, sarà assicurato tre volte a settimana e sarà aperto a tutti i tipi di semirimorchi, container, casse mobili, rimorchi silo e frigo, inclusi i trasporti di rifiuti ed in prospettiva anche le merci pericolose.

Alberto Amoroso, amministratore unico di Sangritana, e Boris Timm, chief operating officer e membro del consiglio di amministrazione di CargoBeamer, alla presenza del presidente della Tua, Gabriele De Angelis, hanno illustrato i dettagli del progetto che, oltre ad offrire un nuovo collegamento ferroviario nazionale, più in generale ambisce a connettere i porti del Mediterraneo con le regioni della Ruhr (Germania) e del Benelux. Infatti, grazie alla collaborazione con il Gruppo Grimaldi si punta a creare un vero e proprio "lungo ponte intermodale" tra i porti greci, turchi e albanesi e gli snodi di trasporto nord occidentali europei sfruttando l’esistente e fortunato collegamento tra Domodossola e Kaldenkirchen, in Germania, che è operato da diversi anni proprio da Cargobeamer.

"La collaborazione con CargoBeamer - afferma Amoroso - non solo apre nuove strade per Sangritana, ma rafforza anche la nostra posizione nel settore del trasporto merci su ferrovia. Giorno dopo giorno, ci confermiamo realtà di livello internazionale e la scelta di un player così importante di puntare sulla nostra azienda ci riempie di orgoglio ed è il miglior riconoscimento per tutte le professionalità che qui lavorano".

"Un servizio – prosegue - che oltre ad andare nell’ottica della transizione energetica, offrendo un mirabile esempio di intermodalità, è particolarmente importante per la nostra regione non solo per il ruolo di Sangritana, ma anche per le ricadute positive in termini di riduzione di mezzi pesanti (circa 8 mila ogni anno) sul tratto autostradale abruzzese della A14 ". 

Timm ha evidenzia che "aggiungendo il collegamento per/da Bari, aumentiamo i servizi in Italia e ci espandiamo verso i mercati del Mediterraneo. La rotta per Bari metterà i servizi di CargoBeamer a disposizione di diversi nuovi operatori di trasporto dell'Europa meridionale, diversificherà il nostro portafoglio clienti. Stimiamo un risparmio di circa 2.000 chili di CO2 per singolo viaggio rispetto alla stessa tratta stradale”.

Nunzio Savarese, operation and commercial manager short sea adriatic lines del Gruppo Grimaldi, ha illustrato il ruolo che avrà la propria compagnia nella realizzazione di un long bridge mare-ferro che collega i porti del Mediterraneo con quelli del Nord Europa, dando la possibilità ai clienti di gestire l’intero trasporto con un unico booking attraverso le proprie agenzie. "L’integrazione mare-ferro permetterà di incrementare il portafoglio clienti di tutti gli stakeholders di mitigare l’impatto sui costi delle nuove tasse ETS e MAUT".

All’incontro hanno preso parte anche Alessandra Giglio, responsabile Circolazione Area Adriatica di Rfi, che ha fatto il punto sulle problematiche affrontate per trovare una traccia oraria performante ad un treno di quasi mille km che attraversa l’intero Paese in un momento di forti soggezioni per i cantieri legati ai lavori previsti dal Pnrr ed Alberto Lacchini, direttore generale di Railpool che ha permesso a Sangritana grazie ad un lungimirante accordo sottoscritto nella primavera del 2022 di farsi trovare pronta a questo appuntamento con locomotive di ultimissima generazione conformi alle più recenti specifiche tecniche di interoperabilità e dotate del modulo ultimo miglio (diesel ed elettrico) che permette di operare anche negli scali non elettrificati. 28 feb. '24

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1168

Condividi l'Articolo