La Irplast investe 50 milioni nello stabilimento di Atessa. E assumerà 25 nuovi lavoratori

Investe in Val di Sangro la Irplast, azienda che ha uno stabilimento a Piazzano di Atessa (Ch).

Attiva nella realizzazione di film in polipropilene, è oggi uno dei maggiori produttori al mondo di materiali per la creazione e stampa di etichette, di nastri adesivi e di soluzioni multipack. E si ingrandirà.

Stamane, in Regione, a Pescara, è stato annunciato che saranno formati venticinque nuovi addetti che, prossimamente, andranno a rafforzare il personale. I giovani saranno preparati dall’Istituto tecnico superiore Meccatronica di Lanciano. A darne notizia l’assessore allo Sviluppo economico, Daniele D’Amario; l’amministratore delegato di Irplast, Fausto Cosi e il presidente dell’Its Academy di Lanciano, Paolo Raschiatore (vedi foto).

Poi c'è un’altra buona nuova: l’investimento per circa 50 milioni, da parte di Irplast, che raddoppia così la propria capacità produttiva. Per ciò servono tecnici altamente specializzati che saranno impiegati su una nuova linea produttiva.

"La vicenda Irplast – ha evidenziato D’Amario – conferma la necessità di un confronto continuo tra imprese e Regione, per facilitare processi di sviluppo economico sul territorio. In questa circostanza, la Regione è stata in grado di essere attrattiva mettendo a disposizione di un’azienda importante, servizi di formazione".

"L’investimento ha per noi una portata storica – ha sottolineato Cosi – perché ci permetterà di affrontare le nuove sfide del mercato che, in continua evoluzione, richiede sempre maggiore disponibilità di imballaggi monomateriali eco-sostenibili. Continuiamo a credere e a puntare sull’innovazione tecnologica e di processo. Ma soprattutto ad essere presente con autorevolezza sul territorio".

Di “prova di maturità ed esempio di crescita” ha parlato Raschiatore, rimarcando che “questa collaborazione consentirà di formare tecnici  ‘su misura’ , pronti ad occupare e a svolgere mansioni specifiche. E’ una sfida che accettiamo con grande entusiasmo perché creerà ulteriori opportunità occupazionalii”. 18 lug. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4317

Condividi l'Articolo