Da Atessa nel mondo. La Honda Italia produce il nuovo scooter SH125 e 150
GUARDA LE FOTO

"Leader indiscusso del mercato, icona di stile e affidabilità, l’SH125 e 150 si rinnovano presentando un’estetica più moderna, un telaio completamente riprogettato, il 50% di spazio in più nel sottosella e un nuovo motore Euro 5".

E' partita il 13 febbraio scorso, alla Honda Italia di Atessa (Ch), la produzione del nuovo modello dello scooter SH. Attualmente, nello stabilimento della Val di Sangro,  diretto da Marcello Vinciguerra, se ne realizzano 500 al giorno. 

"Un anno e mezzo prima dell’inizio della produzione dei nuovi SH125 e 150 - spiega una nota della direzione aziendale - il team di sviluppo della Honda ha attivato una stretta e continua collaborazione con la casa madre giapponese per approfondire ogni aspetto utile a ottimizzare la produzione. Il passo successivo è consistito nella progettazione interna dell’intero processo".

Ma quali sono le caratteristiche del mezzo? "Cruscotto Lcd chiaro e intuitivo, luci full led per una perfetta visibilità, telaio resistente e leggero, sospensione posteriore ricalibrata. Più spazio per gli oggetti, grandi e piccoli. Spostato il serbatoio del carburante sotto il pianale e liberato il 50% in più di spazio utile nel sottosella. Innovativa anche la presa usb aggiunta nell’area portaoggetti. La Smart Key Honda permette l’avviamento dello scooter, lo sblocco del tappo del serbatoio, l’apertura della sella e dello smart top box di serie senza l’uso di chiavi. Per rimanere leader incontrastato del mercato, il nuovo SH è equipaggiato con l'innovativo motore eSP+ a 4 tempi 4 valvole raffreddato a liquido da 124,8 cc, che sviluppa una potenza di 12,5 cv a 8.250 giri/min. Ora le ripartenze da fermo e le accelerazioni in fase di sorpasso sono più rapide rispetto al precedente SH, così come maggiore è la velocità di punta". Ridotti anche i consumi. "E' pronto per stupire - spiega ancora Honda - e a garantire prestazioni uniche sia nei brevi che nei lunghi viaggi". 

"Un riconoscimento, - viene detto - per l’innovazione tecnologica, la qualità, la creatività e l’estrema attitudine al miglioramento che contraddistinguono" la fabbrica di Atessa, "cuore produttivo del brand in Italia, nonché sito manufatturiero di riferimento per le due ruote in Europa".

L'SH50 ha fatto la sua comparsa nel 1984, molti anni prima che esplodesse la moda degli scooter a ruota alta. La prima versione è stata realizzata in Belgio. Tre anni dopo la produzione è stata trasferita in Spagna, fino ad approdare in Italia, ad Atessa, a metà degli anni ’90. Nel 1996 Honda Italia ha tenuto a battesimo la seconda generazione di SH, 50 e 100 a due tempi. Cambiamento epocale: linee più morbide, sella a due piani, cerchi in lega, l’anteriore ha il freno a disco. Il 2001 è stato un anno fondamentale: è nato il modello che, fin dalla sua introduzione, è divenuto un best seller, ossia l’SH 125 e 150. Sono state sviluppate le versioni per il mercato del Nord America, per Canada e Australia. L'offerta è diventata mondiale. Nel 2007 la famiglia è cresciuta con il nuovo arrivato: l’SH 300, the King. Nel 2010 gli scooter prodotti in Abruzzo hanno dominato la classifica delle vendite nel proprio segmento: 1° SH300i, 2° SH150i, 3°SH125i, mantenendo il primato anche negli anni a seguire. Fino a che, nel 2012, è iniziata la produzione degli SH 125 e 150 con sistema Abs. Nel 2016 i due modelli hanno assunto un nuovo look. Il 21 aprile del 2017 Honda Italia ha celebrato il milione di SH prodotti. Le ragioni del successo?  "Semplicità, funzionalità, robustezza, facilità di guida, qualità costruttiva".

Serena Giannico

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 10596

Condividi l'Articolo