Atessa. Sindacato chiede incontro urgente per futuro SanMarco Industrial

Un incontro urgente alla direzione della SanMarco Industrial per definire le prospettive future del sito produttivo di Atessa (Ch).

E' stato chiesto dalla Fim Cisl. "Dopo le dichiarazioni pre-feriali di esubero di oltre la metà degli attuali dipendenti - spiega il sindacato in una nota - riteniamo doveroso che l’azienda presenti un piano industriale serio e realizzabile, non rimandabile, con l’obiettivo di portare nuove lavorazioni così come da impegni presi nel momento in cui il gruppo Scattolini acquistò, tramite il curatore fallimentare, la Sanmarco Spa".

"Il nostro primario interesse - viene aggiunto - resta quello di scongiurare un dramma sociale per le famiglie e per il territorio e a tal riguardo vogliamo ricordare, ai vertici aziendali, che i lavoratori, nel passaggio alla nuova azienda , dovettero rinunciare a una significativa parte della retribuzione di secondo livello, con la speranza, così come dichiarato al curatore fallimentare, che si potesse dare prospettive future anche ai figli dei dipendenti. Nel frattempo invece, l’azienda ha delocalizzato verso altri stabilimenti del gruppo prodotti che in passato venivano costruiti in Val di Sangro". "Silenzio assordante" che non pare essere di buon auspicio e "i lavoratori, dopo diversi fallimenti alle spalle, meritano dignità e non essere legati ad ammortizzatori sociali, che tra l’altro stanno per esaurirsi". Infatti per una parte di essi è scattata la cassa integrazione che, tra l'altro, lamentano alcuni, non è neppure a rotazione come dovrebbe essere. "A questo punto - conclude la Fim -  occorre muoversi per la salvaguardia degli attuali livelli occupazionali".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1136

Condividi l'Articolo