Strage di pecore a Villa Santa Maria: lupi attaccano, sbranano e dimezzano gregge
GUARDA LE FOTO

La strage di ovini la scorsa notte da parte di un branco di lupi ha praticamente dimezzato il gregge di proprietà dell’azienda agricola “Salomone” di Villa Santa Maria (Ch) in contrada Selva Piane.

Infatti si è trattato solo dell’ultimo episodio  che durante gli ultimi mesi ha ridotto il gregge da 86 capi ad appena 40. Le carcasse di pecore rinvenute in giro per l’azienda parlano di almeno sei animali sgozzati, eviscerati  e spesso completamente divorati e sbranati, come mostrano le foto, ma sicuramente nei giorni futuri saranno ritrovate altri scheletri trasportati più lontano. E dire che il recinto dove trovano ricovero gli ovini è protetto da reti robuste e da cancelli sempre chiusi di notte.

“Ormai non rimane che chiudere l’azienda – è l’amaro sfogo del titolare, Nicola Salomone - non si può più andare avanti, è una lotta impari: da una parte i cinghiali che rovinano i raccolti di cereali ed ortaggi; i lupi che divorano impunemente  i nostri animali, le stranezze di imprevedibili  episodi meteorologici estremi e dall’altra la completa latitanza degli organi regionali  e addirittura delle  “nostre” organizzazioni di categoria. Nessuno risponde più. Io però presto dovrò pagare l’Inps ma non so se avrà abbastanza risorse per farlo”. Nel frattempo i lupi hanno fiutato che quello di Salomone è l’unico gregge ancora esistente nella zona e dunque c’è da giurare che non sarà l’ultima incursione.

"Non so più a chio rivolgermi - aggiunge Salomone -. E' certo che la fauna selvatica mi ha nesso in ginocchio e distrutto l'attività. Non è possibile più andare avanti". 14 lug. 2023

VITO PAOLINI

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

 

totale visualizzazioni: 7524

Condividi l'Articolo