GUARDA LE FOTO

Alle 13.55 il Coradia Stream 2.0 ETR-104-162 “Ignazio Silone” numero 23957 della società abruzzese di trasporto Tua, partito da Pescara centrale alle 10.40, è entrato nella stazione di Roma Tiburtina. Lo stesso mezzo ripartirà alle 17.28 da Roma per arrivare a Pescara alle 20.52. 

Un viaggio inaugurale che, oltre alle autorità, tra le quali il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, ha trasportato anche i primi passeggeri che sono saliti alle quattro fermate di Chieti, Sulmona, Avezzano e Tivoli. “I collegamenti ferroviari rappresentano il passaggio fondamentale nell’evoluzione del trasporto in Italia e in Abruzzo per i passeggeri e per le merci. Tua – dichiara Gabriele De Angelis, presidente dell’azienda regionale di trasporto – stava lavorando da tempo ad un collegamento innovativo sul piano della qualità, in grado di offrire un servizio che avvicini sempre di più i passeggeri alla cultura dell’intermodalità. Non a caso sui nostri treni sono presenti anche spazi dedicati al trasporto di bici muscolari o a pedalata assistita con possibilità di utilizzare le prese di ricarica. La pedana a livello di banchina – continua – rende il convoglio accessibile sia ai disabili che alle famiglie con bambini che hanno a bordo spazio per carrozzine e passeggini”.

Il treno tra Pescara e Roma ha un tempo di percorrenza di 3 ore e 15 minuti. A bordo saranno attivati una serie di servizi che vanno dal kit di benvenuto al wi-fi gratuito e consentiranno di viaggiare non solo in comodità, ma ottimizzando il tempo di viaggio per studio e lavoro. Sono in fase di definizione convenzioni per migliorare ulteriormente l’offerta. Il treno avrà cadenza festiva fino al 28 di gennaio 2024 per poi passare ad una coppia di corse giornaliere ed arrivare a giugno 2024 quando il servizio sarà raddoppiato con due coppie di corse quotidiane e arrivo alla stazione Termini.

“I prossimi passaggi tecnici – spiega Enrico Dolfi, direttore della divisione ferroviaria della Tua – consentiranno di abbassare ulteriormente il tempo di percorrenza, sempre tenendo conto delle peculiarità e dei limiti imposti da un tracciato montano per la gran parte a binario unico. L’iter per portare un treno Tua a Roma è iniziato a settembre del 2021 a dimostrazione della complessità tecnica e burocratica che accompagna un’operazione di questo tipo”. Con l’arrivo di oggi nella capitale, Tua arriva a servire quattro regioni.

“Tua sta investendo nel trasporto sostenibile e di qualità – dichiara Maxmilian Di Pasquale, direttore generale Tua -. L’arrivo a Roma Tiburtina prima e a Roma Termini poi consente ai passeggeri di accedere rapidamente sia ad altri servizi ferroviari in direzione Napoli e Firenze e verso gli aeroporti, sia di muoversi con il servizio di trasporto pubblico locale romano quindi con metropolitana o autobus, senza dimenticare la possibilità di noleggiare bici e monopattini. Le parole chiave per la Tua sono intermodalità e integrazione”.

“Stiamo dando sostanza al nostro progetto di avvicinare l’Abruzzo al resto del mondo a cominciare dalla capitale – evidenzia Marsilio (VEDI INTERVISTA VIDEO) -. Dall'estate prossima questo treno arriverà a Roma in meno di tre ore, guadagnando circa mezz’ora di tempo rispetto alle percorrenze di Trenitalia. Siamo anche molto orgogliosi del fatto che a Roma Termini oggi entrano soltanto due compagnie, Trenitalia di Rfi e Italo. Tua – sottolinea – è la terza compagnia ferroviaria che entrerà a Termini, probabilmente sarà anche l’ultima, perché l’accesso a Termini è difficilissimo, c’è un’overdose di presenze e di utilizzo della stazione, che è addirittura al 120%”. Marsilio guarda anche all’immediato futuro.

“Per l’Abruzzo - prosegue - inizia una nuova stagione nel campo del trasporto ferroviario e l’azienda regionale di trasporto sarà protagonista. Ovviamente, questo progetto avrà maggiore sostanza quando Rfi avrà completato i lavori di potenziamento e di velocizzazione dell’intera infrastruttura. Attendiamo, ormai a giorni, la chiusura della gara e l’affidamento del contratto ai contraenti dei primi due lotti. A gennaio, – ha confermato – partirà il dibattito pubblico sul terzo lotto, quello che va da Pescara a Chieti Scalo passando per San Giovanni Teatino. I due lotti, che sono già a gara, sono quelli che poi da Chieti Scalo faranno il tragitto Interporto-Manopello e Manopello-Scafa. Quindi, parliamo di qualche decina di chilometri su cui ci sono già finanziamenti, progetti esecutivi, gare in corso. Anche Rfi e l’intero gruppo Fs hanno ribadito la strategicità di questo progetto di velocizzazione della Pescara-Roma. Gli investimenti stanno arrivando, alcuni sono già in cassa. Questo porterà ad avere un collegamento in meno di due ore tra Roma e Pescara. Significa meno di un’ora di collegamento con Avezano, tre quarti d’ora con Carsoli o Tagliacozzo. Cambierà completamente la vita delle aree interne. Migliorerà la vita dei pendolari e l’Abruzzo - conclude - diventerà turisticamente più accessibile e appetibile”. I visitatori potranno "arrivare comodamente attraversando paesaggi di indubbio valore naturalistico". 10 dic. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 1204

Condividi l'Articolo