Ode alla scrocchiarella... L'Andriano Pub di Atessa festeggia i primi 35 anni di attività
GUARDA LE FOTO

"Quest'estate festeggiamo un traguardo speciale: i nostri 35 anni di attività continuativa all'Andriano! Un anniversario che, seppur non comune, non ci spinge all'autocompiacimento, ma a rivolgere un sentito ringraziamento a coloro che ci hanno permesso di raggiungere un traguardo tanto importante".

Così i fratelli Emilio e Domenico Marra, titolari dell'"Andriano Gastronomic Pub", situato nel cuore storico di Atessa (Ch) in Corso Vittorio Emanuele, nei pressi dell'arco 'Ndriano.

"Circa 12 mila - dicono - le serate condivise e trascorse con i clienti, momenti di vita condivisi. Siamo stati testimoni di amori nati tra queste mura, di amicizie che si sono consolidate nel tempo e di idee e progetti che hanno preso forma proprio qui, tra le nostre pareti. Ma non solo, abbiamo avuto il privilegio di assistere alla crescita e all'evoluzione della nostra città, rimanendo al fianco dei nostri avventori che, nel corso degli anni, sono diventati per gran parte dei nostri cari amici".

"Questo luogo - aggiungono - è stato il palcoscenico di carriere artistiche di successo, dove tanti talenti hanno avuto l'opportunità di esibirsi e farsi conoscere".Migliaia di serate live, centinaia di eventi, custom party, tombolate delle vigilie di Natale, cene e feste. "Tutte queste occasioni ci hanno permesso di portare avanti il nostro impegno per il buon gusto culinario e l'intrattenimento di chi ci ha fatto visita. Il nostro cammino è stato un susseguirsi di momenti di gioia, soddisfazioni e anche di sfide. Coloro che vengono da noi, sono la nostra famiglia, e insieme abbiamo costruito un luogo unico, dove l'ospitalità e l'amicizia sono sempre al primo posto".

Panini, hamburger, tagli pregiati di carne, birre... Tante le specialità proposte e, tra esse, prelibatezza unica, è la celebre "scrocchiarella", definita "rievocazione gastronomica". Domenico ha ricreato "una pizza capace di rimandare alla memoria...".  "A quella inebriante bontà che le donne del paese trasportavano nelle teglie sulla testa, appena uscite dal forno dove le avevano cotte dopo averle impastate in casa. Sembra di sentirli quei profumi…” Di quelle pizze, la scrocchiarella conserva fondamentali caratteristiche: l’impasto croccante e fragrante al tempo stesso, la forma rettangolare, l’uso della “lievitina” fatta di acqua e farina, e i condimenti semplici a base prevalentemente di pomodoro. Scrocchiarella dedicata "a Claudina dell’omonimo bar; a Rachele “mezzalira” del forno Antonini e a Maria “la renl”: gli atessani più “maturi” non potranno mai dimenticare quei profumi e quei sapori che emanavano le loro pizze”. 21 lug. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3374

Condividi l'Articolo