Pizzoferrato. L'orsetto Pasquale porta le uova a tutti i piccoli studenti del paese
GUARDA LE FOTO

Un tocco di gioia e di colore per tutti gli studenti, grandi e piccini, di Pizzoferrato (Ch).

Ha voluto regarlarlo l'amministrazione comunale, regalando ad ognuno di loro un uovo di cioccolato. La speciale consegna porta a porta è stata affidata a un orso, animale simbolo del Parco nazionale della Majella, che subito è stato battezzato 'orsacchiotto Pasquale'. "Felicità e la luce nel sorriso dei bambini alla vista dell’orsacchiotto con i regali - riferisce il sindaco Palmerino Fagnilli - hanno infuso un senso di tranquilla normalità e dimenticata spensieratezza in questi giorni di quarantena, avara di frequentazioni e svaghi all'aria aperta. Ma - aggiunge - non va assolutamente sottovalutato il terribile periodo che stiamo vivendo, e così anche l’orsacchiotto Pasquale ha effettuato la consegna delle uova munito di mascherina e nel pieno rispetto di tutte le direttive adottate per l’emergenza epidemiologica ed il contenimento del contagio da Coronavirus, così da dare il buon esempio a tutti".

In tutto sono 61 i bambini iscritti nelle scuole del plesso di Pizzoferrato, di cui 19 provenienti dal vicino comune di Gamberale. Inoltre, al momento, a Pizzoferrato, risiedono stabilmente anche altri bimbi non iscritti in queste scuole, ma che, insieme alle loro famiglie, si trovavano nella splendida località di Valle del Sole quando i decreti del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, hanno dichiarato l’emergenza nazionale e vietato gli spostamenti. A tutti i bimbi è stato donato un uovo di Pasqua.

Nel territorio di Pizzoferrato non sono segnalati casi di contagio da Covid19, e per mantenere e preservare la salute pubblica di tutta la sua piccola comunità, negli ultimi giorni sono state adottate nuove misure contro il virus: per esempio, sono arrivate in dono le mascherine dalla Cina e da Macao, che sono state prontamente consegnate a tutti gli abitanti. Inoltre, proprio in occasione delle festività pasquali, è stato vietato l’ingresso o l’uscita dal territorio comunale, in modo da non consentire gli spostamenti verso località di villeggiatura, case di parenti e soggiorni in seconde case in montagna o al mare. È stata effettuata la sanificazione delle strade da parte del personale specializzato della società Ecolan di Lanciano ed emessa apposita ordinanza per sospendere l’attività di commercio degli ambulanti itineranti provenienti da altre zone dell’Abruzzo.

Massimiliano Brutti

@RIPORDUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2518

Condividi l'Articolo