Raccolta illegale di tartufi, multe à gogo in Val di Sangro. Due cercatori denunciati dai carabinieri forestali

Fioccano multe per coloro che applicano la cosidetta “zappatura” e, così facendo danneggiano, i tartufi.

Una pratica illegale, portata avanti da soggetti con pochi scrupoli e contro la quale i carabinieri forestali della provincia di Chieti sono da tempo particolarmente attenti, soprattutto nelle zone tra Quadri, Rosello, Borrello e Pizzoferrato,  nel Chietino, ricche del prelibato tubero.

I controlli sono assidui e vengono condotti per tutto l’anno. Di recente i forestali di Villa Santa Maria, hanno elevato sanzioni amministrative per un totale di 12mila euro, che hanno anche comportato, in taluni casi, la revoca del tesserino di idoneità con la conseguente inammissibilità alla ricerca ed alla raccolta di tartufi sull’intero territorio nazionale. La “zappatura”, d’altro canto, è considerata fortemente dannosa per il patrimonio naturale e la distruzione compulsiva della tartufaia, finalizzata a raccogliere quanto più possibile di prodotto, persino immaturo o di qualità scadente. Essa apre la strada anche a lucrose frodi nella fase di trasformazione del tartufo stesso.

Particolare attenzione, inoltre, è stata posta dai militari agli aspetti legislativi che regolano la commercializzazione del prezioso fungo ipogeo, che si è tradotta in 14 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 23.000, euro e relativa diffida per omessa o errata comunicazione annuale alla Regione delle quantità vendute.

Due cercatori sono stati inoltre denunciati alla Procura, e rischiano l’arresto fino ad un anno o l’ammenda fino a 6.197 euro, per danneggiamento al patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale, distruzione o deturpamento di bellezze naturali.

L’azione di deturpamento e distruzione delle tartufaie naturali determina danni, anche a livello ecosistemico. Ricordiamo l'iscrizione ufficiale all'Unesco come patrimonio culturale immateriale della “cerca e cavatura del tartufo in Italia”. 16 mag. 2023

FILIPPO MARFISI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2136

Condividi l'Articolo