Omicidio a Pescara: fermato 63enne marocchino

C'è un fermo per l'omicidio di via Gran Sasso a Pescara, dove questa mattina è stato assassinato Afjal Khokan Hassan, bengalese di 44, finito a coltellate in strada (VIDEO).

I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Pescara, questa sera, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, per omicidio, un 63enne originario del Marocco e domiciliato a Pescara. Si tratta di Brahim Dahbi. 

Nei suoi confronti "sono stati raccolti elementi che provano il suo coinvolgimento". L'accaduto, stando ai riscontri degli investigatori, va ricondotto ad "un acceso diverbio per questioni di vicinato tra il 63enne e la vittima, culminato con il ferimento di quest'ultimo che, attinto con arma da taglio, è poco dopo deceduto".  L'arma usata è un coltello da cucina appuntito e lungo quasi 15 centimetri.

''Purtroppo l'inizio del 2024 è stato con il botto ma in senso negativo dopo due accoltellamenti di cui quello di questa mattina, in via Gran Sasso, mortale. Ora basta. Occorrono più uomini delle forze dell'ordine nelle strade''. Così il consigliere comunale di Pescara dell'Udc, Massimino Pignoli. ''A Capodanno, il 2024 è iniziato - afferma - con un accoltellamento in via Lago di Capestrano". Rimasto gravemente ferito un senegalese.

"Oggi - riprende - purtroppo abbiamo assistito ad una lite sfociata poi in un drammatico epilogo. Ci vogliono più uomini delle varie forze di polizia in strada a Pescara. E mi riferisco oltre a polizia di Stato, carabinieri e Finanza e anche alla Municipale. Meno multe e più controllo del territorio. È arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti. Quanto accaduto in questi primissimi giorni del nuovo anno non può essere sottovalutato. Chiedo anche che gli agenti della polizia locale impiegati in lavori di ufficio vengano destinati al pattugliamento delle strade. Questo chiedo al sindaco e lo farò lunedì stesso con una lettera, mentre chiederò al prefetto e al questore di Pescara di essere ricevuto per manifestare la preoccupazione di tanti cittadini. Non vogliamo fare allarmismo e militarizzare Pescara, ma la gente chiede sicurezza e maggiore presenza di divise in strada''.04 gen. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1296

Condividi l'Articolo