Archi. Incidente sulla Fondovalle Sangro: muore un uomo
GUARDA LE FOTO

Tornava a casa con la "macchinuccia" a cui era tanto affezionato. E' rimasto ucciso in una letale carambola tra auto sulla Fondovalle Sangro. (GUARDA IL VIDEO)

L'incidente mortale si è verificato intorno a mezzogiorno, in territorio di Archi (Ch), nel tratto verso Bomba, non lontano dallo svincolo per Roccascalegna. E' deceduto Salvatore Calderone, 65 anni, pensionato, originario della Sicilia ma residente a Pennadomo (Ch).

Diversi i mezzi coinvolti: unaVolkswagen Golf, un'Audi A4 e una Fiat 500 rossa vecchio tipo. Su quest'ultima vettura, distrutta, viaggiava la vittima. Che era appena andata a ritirare la sua utilitaria, rimessa a nuovo, dal carrozziere e stava rientrando in paese, dove stasera l'aspettava una cena con gli amici.

L'uomo, quindi, andava in direzione monti. All'altezza del cavalcavia "Malpassaggio", al chilometro 59 +300, sul rettilineo, c'è stato il terribile schianto. La Golf, che arrivava dal senso opposto e che era guidata da A.R., 22 anni, operaio di Guardiagrele (Ch), a seguito di una manovra di sorpasso azzardata, ha travolto la 500 che, sballottata, dopo vari urti, anche contro l'Audi, è stata catapultata, accartocciata, contro il guard-rail, su cui si è fermata. 

L'Audi era condotta da C.G, 62 anni, residente a Lanciano e trasportato all'ospedale "Renzetti": le sue condizioni non destano preoccupazioni. 
Sul posto i soccorritori del 118, con le ambulanze, e i carabinieri della compagnia di Archi e di Atessa, guidati dal capitano Alfonso Venturi. I militari stanno ricostruendo la dinamica. Il ragazzo che ha causato il dramma è stato sottoposto ad accertamenti tossicologici all'ospedale di Lanciano, il cui esito è al momento sconosciuto. La statale, bloccata dopo schianto, è stata riaperta alle 15.30.

"Purtroppo - dice il sindaco di Pennadomo, Domenico D'Angelo - la triste notizia è arrivata subito da noi, ad ora di pranzo, perché alcuni concittadini, passando, hanno visto e riconosciuto la Cinquecento". La vittima aveva da pochi mesi perso la moglie Clelia. Lascia due figli, entrambi sposati, Viviana e Alfio. L'ultimo nipotino è nato quattro giorni fa. "Ci stringiamo al dolore di questa famiglia", conclude il primo cittadino. 06 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Massimiliano Brutti e Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 26622

Condividi l'Articolo