Atessa. Arresti per la rapina alla Bcc Sangro-Teatina

Il colpo fu messo a segno il 24 ottobre dello scorso anno; oggi gli arresti per la rapina messa a segno ad Atessa (Ch), alla filiale di località Piazzano della Banca di credito cooperativo Sangro Teatina. Quattro le ordinanze di custodia cutelare, due in carcere e due ai domiciliari, emesse dalla magistratura di Lanciano. Nei guai tre uomini della provincia di Roma e una basista locale, una 32enne di Atessa (Ch). 

Erano circa le 10.30 e quando i banditi entrarono in azione. Nello sportello fecero irruzione in due, mentre un terzo complice aspettava fuori, a bordo di un'auto. Erano a volto scoperto e si finsero clienti. Una volta dentro, però, indossarono passamontagna e occhiali, nel tentativo di nascondersi. Avevano un taglierino. "Dov’è la cassaforte. Apritela”, urlarono. Ma i forzieri sono a tempo e per loro non ci fu alcuna speranza. Nella foga chiusero alcuni clienti in una stanza, per poter agire indisturbati. Invitarono i dipendenti a mettersi di spalle e a non guardare: loro li assecondarono, riuscendo però a pigiare il tasto d'allarme.  Qualcuno si sentì male, tanto che poi fu necessario l'intervento di un'ambulanza del 118.

I malviventi  alla fine se ne andarono portando via alcune decine di migliaia di euro. Sottratte alcune buste con dentro monete da un euro e due euro e banconote da 5 e 10 euro. Fuga a bordo di una Fiat Uno, vecchio tipo, verde scuro, che fu poi abbandonata nel parcheggio situato nei pressi della vicina chiesa. Sul posto, in brevissimo tempo, i carabinieri di Atessa, che per un soffio non riuscirono ad incrociare la gang. I banditi, e in particolare i loro visi, furono ripresi chiaramente dalle telecamere dell'istituto di credito.
 
 
FOTO Andrea Franco Colacioppo
@RIPRODUZIONE VIETATA
 
Nelle foto la sede Bcc nel giorno della rapina
totale visualizzazioni: 2208

Condividi l'Articolo