Atessa. 'Nuovo sciopero in Sevel il 26 ottobre'

La Fiom Cgil Chieti e la Rsa hanno proclamato, alla Sevel di Atessa (Ch), un nuovo sciopero di otto ore per il turno pomeridiano del prossimo 26 ottobre. Braccia incrociate di sabato contro l'entrata in vigore delle nuove turnazioni, scattate il sette ottobre.

Il segretario regionale Alfredo Fegatelli chiede che "si apra un reale confronto sulle condizioni di lavoro, sugli orari, sul salario e sul futuro dello stabilimento. Siamo alla seconda settimana di applicazione della turnazione senza accordo. I lavoratori vengano informati e coinvolti".

Fca ha cambiato le turnazioni senza tenere conto delle proposte dei sindacati, completamente ignorate, ma attenendosi al contratto, che glielo consente. "E' ormai evidente - afferma Fiom - che non c'era bisogno di accordi per poter attivare la nuova turnazione. L'azienda potrebbe, forse, prevedere un piccolo incentivo che, al netto, non consentirebbe di pagare una cena di una famiglia di quattro persone in pizzeria qualora fosse possibile farla di sabato sera o che non coprirebbe l'abbonamento all'autobus settimanale".

La Fiom si chiede inoltre "perché, ad oggi, a seguito del fermo produttivo causato da un'inchiesta della magistratura nello stabilimento di Cassino, non sia stata richiesta la cassa integrazione. L'azienda- domanda -  intende coprire i giorni di fermo con le ferie vecchie e i Par facendo pagare ai lavoratori una responsabilità che non hanno? L'azienda intende recuperare fermi produttivi sul turno notturno o, soprattutto, intende recuperarlo durante le festività di Natale? Infine vogliamo conoscere quali saranno gli investimenti che consentiranno alla Sevel di produrre il nuovo furgone a partire dal 2023". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2250

Condividi l'Articolo