San Vito Chietino. Il trabocco del Turchino sarà restaurato (di nuovo) grazie al Fai

Restaurare (di nuovo) il trabocco del "Turchino", caro a Gabriele D'Annunzio che lo racconta de "Il trionfo della morte".

 Il progetto di recupero è stato inserito tra "I luoghi del cuore" del Fondo Ambiente Italiano : i lavori costeranno 25 mila euro, 20 mila da Banca Intesa e Fai e 5 mila dal Comune di San Vito Chietino. "Il trabocco - spiega il presidente Fai Abruzzo, Massimo Lucà Dazio - è al 14esimo posto della graduatoria e così gode di un contributo per il restauro. Vorremmo che fosse il punto di partenza per arrivare con i ventisei trabocchi abruzzesi e i tre molisani, anche loro rimessi a nuovo, a quella Costa dei Trabocchi che in 60 chilometri rappresenta un gioiello di inestimabile valore".

Per l'assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo... "il trabocco è uno degli emblemi dell'Abruzzo, e un brand irrinunciabile. Restaurare sì, ma senza snaturare la sua forma originaria".

"Eravamo sicuri - aggiunge il sindaco di San Vito Chietino, Emiliano Bozzelli - di portare all'attenzione dell'opinione pubblica e delle istituzioni il trabocco Turchino con il riconoscimento degli sforzi fatti in passato e ripagati oggi con questo importante traguardo che vedrà il restauro per ripristinare i materiali originari. Il progetto partirà nel 2020 e arriva dopo un primo intervento che ci fu dopo due anni del crollo avvenuto nella notte tra il 26 e il 27 luglio 2014".

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto presa dal sito del Fondo Ambiente Italiano

totale visualizzazioni: 326

Condividi l'Articolo