Giornate Fai. Aprono le vecchie stazioni Sangritana, tra zona frentana e Val di Sangro

Giornate di Primavera del Fai, 23 e 24 marzo.  La rinnovata delegazione di Lanciano (Ch) compie un affascinante viaggio della memoria sulla mobilità legata alle vecchie stazioni della ferrovia Sagritana, che conta cento anni di storia, dalla nascita nel 1911, e tra le prime elettrificate. L’archeologia industriale è stavolta l’offerta e vanto del Fai (Fonodo ambiente italiano), che illustrerà attraverso i binari la recente storia dell’area frentana e del Sangro-Aventino, gli albori della nuova tecnologia. Si aprono le  antiche Officine dell’ex stazione di Lanciano, poi quelle di Castel Frentano, Piane d’ Archi e Palena. Singolare tour all'indietro, su una strada ferrata che racconta l’emancipazione di un territorio, liberatosi dall’immagine arcaica e pastorale e divenuto  snodo di collegamento importante, motore di sviluppo per città e tante realtà urbane minori.

Programma illustrato dalla neo capo delegazione Ersilia Caporale, le componenti Licia Caprar, Katia Serafini, Roberta Odoardi, volontari e il sindaco di Palena Claudio D’Emilio. "Si tratta di un viaggio  nella mobilità locale dei siti storici della Sangritana, stazione Fs di Palena, al centro della tratta della Transiberiana d’ Italia sulla Sulmona-Carpinone. Allestiremo sei mostre ed esposizioni con treni, bus, auto, bici, mezzi agricoli e documenti storici, grazie anche ai collezionisti. Grande è stata poi la partecipazione dei volontari. Speriamo che le Giornate Fai coinvolgeranno più gente possibile. Nostro  scopo è aprire siti sconosciuti e avvicinare  tutti ad arte, cultura e ambiente. Come ciceroni avremo gli studenti delle scuole medie dei paesi coinvolti. Sarà una bella festa”. Il sindaco di Palena D’Emilio fa appello alla Regione “affinchè  si sviluppi una mobilità lenta che permetta ai turisti di vedere e godere tutte le meraviglie del territorio”.

La stazione ferroviaria di Palena è la terza più alta d’ Italia, a quota 1.258 metri. L’iniziativa del Fai è realizzata in collaborazione con numerosi partner istituzionali e privati: Fondazione Fs, Sangritana, Tua, Club Frentano Ruote Classiche, Old Motors club Abruzzo, Automotoclub Storico Italiano, Di Fonzo, Touring Clun Pescara, D’Abruzzo edizioni Menabò, Doretta Scutti, Pro Loco Palena, Galleria Russo (Roma), Galleria del Locoonte (Roma), i collezionisti Mario e Irma Fornarola, Nando Napoleone, Antonio Bini e Paolo Piztzianti e il prezioso contributo dei delegati e volontari Fai. Orari delle visite 10-13 e 15-18.

Ecco nel dettaglio le varie tappe.

Lanciano. Nell'Officina di riparazione treni verrà allestita una mostra documentale sulla storia della Sangritana comprendente disegni, oggetti, documenti e materiali di ferrovia. Titolo: “Duilio Cambellotti e la Ferrovia Adriatico-Sangritana”. Sui binari verrà posizionata una locomotiva a vapore Loco-Tender del 1914 con due carrozze di I e III classe. Altri mezzi ferroviari d’epoca arricchiranno l’esposizione. All’esterno del complesso mostra “L’automobile d’autore in Italia dal secondo dopoguerra” .

Palena. Nella stazione sarà allestita una mostra documentale e fotografica inerente la tratta Sulmona-Carpinone. Palena è una delle fermate della “Transiberiana d’Italia”. All’esterno saranno esposte vetture d’epoca dei primi anni del ‘900 che faranno la spola con il paese attraversando il Valico della Forchetta. Sarà aperto anche il teatro comunale, gioiello ottocentesco che ospiterà una mostra di cimeli, foto e documenti relativi al trasporto in generale grazie alle collezioni di Duilio Fornarola, curate dal figlio Mario, e del palenese Nando Napoleone. In contemporanea si trasmetteranno vecchi filmati relativi alla stazione di Palena. Nella attigua piazza Municipio saranno esposte auto d’epoca dei primi anni del ‘900 . Le stesse faranno spola con la stazione di Palena che dista circa 10 Km. dal centro del paese, strada che con i suoi suggestivi tornanti contornati dal fitto bosco attraversa il Passo della Forchetta.

Archi. All’interno del fabbricato viaggiatori, a Piane d'Archi, verrà allestita una mostra sul Touring Club Italiano, club di territorio di Pescara, con specifico riferimento alla cartellonistica stradale e ferroviaria ed all’attività turistica in genere. All’esterno del complesso verranno esposti autobus e biciclette d’epoca.

Castel Frentano.  Nel fabbricato viaggiatori piccola esposizione di oggetti di ferrovia legati alla famiglia Primiterra, ferrovieri per tre generazioni che hanno abitato la stazione sin dalla sua costruzione. Testimone sarà appunto Tonino Primiterra, erede della famiglia. All’esterno della stazione saranno in mostra mezzi agricoli d’epoca.

Walter Berghella  

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 980

Condividi l'Articolo