Coronavirus. Ecco le risorse assegnate ai comuni d'Abruzzo più grandi per emergenza alimentare

Risorse per fronteggiare nell'imminente l'emergenza del Coronavirus. Sono state stanziate  dall'ordinanza 658 della Presidenza del Consiglio per garantire misure urgenti di solidarietà alimentari.

La quota più importante in Abruzzo andrà a Pescara, la città con più residenti, che beneficerà di 675mila euro. Subito dopo Montesilvano (Pescara) con 408mila euro, e poi rispettivamente L'Aquila 368mila euro, Teramo 324mila euro e Chieti 306mila euro. I 400 milioni stanziati dal Governo vengono ripartiti per una quota dell'80%, in proporzione alla popolazione residente di ciascun Comune e per il restante 20% in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite di ciascun Comune e il valore medio nazionale. Risorse importanti anche per i maggiori centri non capoluogo di Provincia: Lanciano (229mila), Vasto (283mila), Ortona (161mila) per la provincia di Chieti; Avezzano (289 mila), Sulmona (150mila) per la provincia di L'Aquila); Spoltore (141mila), Penne (90mila) per la Provincia di Pescara e infine Giulianova (162mila) e Roseto degli Abruzzi (186mila) e Silvi (128mila) per la provincia di Teramo.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1005

Condividi l'Articolo