A24 e A25, 118 sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo chiedono tavolo al Mit

Sollecitano a gran voce la convocazione del tavolo istituzionale al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

La richiesta parte  da ben 118 sindaci e amministratori delle regioni Lazio e Abruzzo, che commentano in questi termini l’inerzia del Mit dopo le assicurazioni di interventi. "Stante l’incomprensibile silenzio del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il mancato rispetto degli impegni assunti, i primi cittadini, si trovano costretti a sollecitare nuovamente una riunione  del tavolo istituzionale" per discutere di sicurezza e pedaggi delle Autostrade A24 e A25.  I sindaci - tra essi anche il presidente Anci Abruzzo e sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto  e il presidente Anci Lazio e sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone - in un documento (allegato in calce all'articolo) inoltrato  al ministero chiedono che l'incontro sia fissato per il 12 aprile. 

"Si rammenta che il consigliere dell'Assemblea capitolina di Roma Capitale, Davide Bordoni– rammentano  - nell’incontro del 21 marzo scorso con il sindaco di Carsoli, aveva indicato le date del 5 o 12 aprile ma, ad oggi, tutto tace. Confidando in un sollecito riscontro - concludono -, in caso di ulteriore silenzio e sgarbo istituzionale, siamo pronti a tornare a manifestare per pretendere il rispetto dei cittadini e dei territori che rappresentiamo". 05 aprile 2023

LINDA CARAVAGGIO

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 729

Condividi l'Articolo