Precipita da tetto azienda: operaio 52enne muore nel Teramano

Nuovo incidente mortale sul lavoro in provincia di Teramo.

La tragedia questa mattina, poco prima delle 9, a Guardia Vomano, nel comune di Notaresco. Un 52enne è deceduto dopo essere precipitato dal tetto dell'azienda Ecoltel (ex Teleco), in cui era impegnato.

La vittima è Roberto Scipione, di Bisenti (Teramo), dipendente di una ditta esterna specializzata nella rimozione dell’amianto. L'operaio, che stava effettuando interventi per permettere l'installazione di pannelli solari, è precipitato per circa 10 metri, quando un lucernaio su cui è passato si è sfondato. 

E' stato soccorso e portato in ospedale a Teramo, dove è giunto in condizioni critiche. Non ce l'ha fatta. Sul posto i carabinieri per le indagini e l'Ispettorato del lavoro per i rilievi. Lascia un bimbo piccolo. 

"E’ molto triste, e suscita indignazione, piangere un'altra vittima sul lavoro a pochi giorni dalla tragedia di Mosciano Sant’Angelo, ancora una volta nel territorio della provincia di Teramo. Esprimiamo le condoglianze alla famiglia": lo dichiarano Michele Fina, segretario del Pd in Abruzzo, e Lisa Vadini, responsabile Lavoro del partito.
 
Per i due politici "la linea intrapresa dal ministro Orlando va proseguita con decisione, attraverso investimenti in sicurezza e prevenzione, come l’assunzione nell’ultimo anno di 2.500 nuovi ispettori del lavoro, e norme di controllo, come nel caso dell’introduzione del Durc di congruità".

Una quindicina di giorni fa invece, sempre nel Teramano, è morto, Tonino Fanesi, 49 anni, residente a Giulianova. Stava lavorando alla Metallurgica Abruzzese, azienda che produce reti metalliche a Marina di Mosciano Sant’Angelo, quando è stato schiacciato dal macchinario che stava riparando e che sarebbe improvvisamente ripartito. Aveva moglie e tre figli. 28 set. 2022

@RIPRODUIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 891

Condividi l'Articolo