Pescara. Duemila studenti per le finali di atletica leggera ballano davanti alla Nave di Cascella

Con la cerimonia d'apertura sono partite a Pescara le finali nazionali delle competizioni sportive scolastiche di atletica leggera su pista e paralimpica, per la scuola secondaria di I e II grado. Uno spettacolo unico che il teatro del mare, alla Nave di Cascella, ha reso ancora più affascinante.

La manifestazione è iniziata con il corteo aperto della banda musicale “Città di Cerratina”, che ha aperto la sfilata delle bandiere della Fidal, Cip, competizioni scolastiche, Italia, prima del Gonfalone comune di Pescara e dalle Bandiere della pace portate dai volontari del Volta, Marconi e Manthonè. 

È seguita la parata delle 21 delegazioni con bandiera regionale più cartelloni, scortate dallo staff di Educazione Fisica Abruzzo e brandite dagli alunni delle regioni. Così in ordine: Basilicata, Provincia autonoma di Bolzano, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Provincia autonoma di Trento, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto, Abruzzo. Con l'arrivo davanti alla Nave di Cascella, i conduttori, Ada Di Ianni e Paolo De Carolis hanno dato annuncio d'inizio dello svolgimento della sfilata, dopo un saluto generico al numeroso pubblico presente. 

Intanto, davanti allo stabilimento “Lido beach”, i bambini delle quinte elementari si sono compattati per serrare il corteo mettendosi dopo la regione Abruzzo. Il corteo, debitamente filmato dalle telecamere presenti e con le immagini riflesse sul ledwall di Palco ok, Palco mobile, si è fatto ammirare lungo il lungomare accompagnato dalla musica della banda. Un'onda di suoni ed emozioni che ha travolto tutti. A questo punto è entrato in scena il coro I.C. Pescara 8, della dirigente Michela Terrigni. Sul palco, subito dopo, si è presentato il gruppo Modern della scuola di danza asd energy di Roseto degli Abruzzi, con la direzione artistica di Mafalda Suppa con una coreografia davvero efficace e coinvolgente. 

Nella circostanza è stata data lettura alla lettera inviata dall'On. Paola Frassinetti, Sottosegretaria di Stato per l'Istruzione e il merito: “I miei saluti e ringraziamenti al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico regionale d’Abruzzo, Massimiliano Nardocci, al coordinatore di educazione fisica e sportiva, Antonello Passacantando, e a tutti i dirigenti e docenti coinvolti per l’organizzazione di questa importante iniziativa. Anche se non posso essere presente di persona alla cerimonia di apertura della “Finale Nazionale delle Competizioni Sportive Scolastiche di Atletica Leggera”, desidero fare un augurio speciale a tutti gli studenti che prenderanno parte alle gare che si svolgeranno in questi giorni a Pescara”.

Maria Parente e Alice Ciancarelli del 3 I indirizzo linguistico dell’istituto di istruzione superiore Ovidio (Sulmona) hanno eseguito una coreografia sulle note di danza Kuduro. Il pezzo rappresenta iconicamente la felicità, la spensieratezza l’arte della danza come modo per divertirsi e stare bene con se stessi. Insegnante che si è occupata della coreografia è Sonia Indiciani. 

Poi l’IC 8 Pescara ha preso posizione sul palco per cantare l'inno nazionale. Letto il giuramento, c'è stato in raccoglimento, all’alza bandiera effettuato da Renzo Suppo. E, mentre il tedoforo ha acceso il tripode, il direttore scolastico regionale ha annunciato l’apertura ufficiale delle Competizioni Sportive Scolastiche. A quel punto è scoppiata la festa con circa 2000 studenti, sulle note dei più celebri balli di gruppo, si sono lanciati in un caleidoscopico e sincronico movimento coreutico che ha convolto anche il passante più refrattario. 30 mag. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 416

Condividi l'Articolo