PESCARA 0 CREMONESE 0

Pescara: Fiorillo, Ciofani, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Melegoni (14’ pst Capone), Marras (45’st Del Sole), Mancuso, Machin (33’st Kanouté). In panchina: Kastrati, Campagnaro, Monachello, Balzano, Bettella, Farelli, Perrotta, Crecco. All. Pillon

Cremonese: Ravaglia, Mogos, Claiton, Terranova, Migliore, Emmers, Arini, Soddimo (25’st Boultam), Castrovilli (39’st Renzetti), Piccolo (36’st Montalto), Strefezza. In panchina: Volpe, Radaelli, Rondanini, Caracciolo, Del Fabro, Carretta, Poledri. All. Rastelli

Ammonizioni: Brugman, Marras, Scognamiglio

Arbitro: Francesco Guccini di Albano Laziale. Assistenti: Marco Scatragli di Arezzo e Fabio Schirru di Nichelino. IV Ufficiale: Niccolò Baroni di Firenze
Spettatori: 5.759. Ospiti: 38

Partita poco spettacolare allo stadio Adriatico tra il Pescara e la Cremonese. Il Pescara si fa inchiodare sul risultato di 0-0 dalla squadra di Rastelli che va più vicina al gol rispetto ai ragazzi di mister Pillon, apparsi un po' scarichi in questa prima giornata del ritorno. Il 4-3-3 di Pillon stasera contava su un Machin spostato nel ruolo di ala sinistra, scelta non felice vista la difficoltà mostrata dal biancazzurro durante tutta la gara. Per questo motivo, e non solo, poche occasioni per gli abruzzesi che non sono riusciti a trovare il bandolo della matassa, mancando proprio nella fase d’attacco, lasciando solo soletto il portiere ospite Ravaglia quasi inoperoso nel corso della seconda parte del match. Dall'altra parte, invece, un super Fiorillo nega la gioia del gol agli avversari in più di una occasione è dove non arriva lui c'è la traversa, vero e proprio angelo custode del l'estremo difensore che respinge una punizione di Piccolo che sembrava diretta nel sacco. Il Pescara frena e non riesce ad agguantare il Brescia al secondo posto, ma muove comunque la classifica in terza posizione nonostante una gara davvero sotto tono. Peccato, perché pubblico dell'Adriatico si aspettava una gran partita da parte dei biancazzurri, motivati all’inizio della partita dal ricordo del capo ultras Marco Mazza scomparso nel 2006, ma purtroppo oggi la squadra di Pillon è sembrata restare negli spogliatoi. Poco male se alla fine dell'incontro almeno un punticino viene portato a casa.

3’ Occasione per l'ex Soddimo che gira un buon pallone dal centro dell'area verso la porta di Fiorillo, ma il portierone biancazzurro riesce a deviare in corner
3’ Nuovo pericolo, in questo caso da azione nata dalla bandierina, per colpo di testa di Arini che passa a lato
16’ Sventola di Brugman da fuori area, ma Ravaglia respinge volando sulla sua destra
21’ Memushaj dalla distanza lascia partire una botta che non viene trattenuta da Ravaglia e alla fine il pallone esce sul fondo
41’ Miracolo di Fiorillo su colpo di testa di Mogos, servito da una punizione di Piccolo! Intervento che vale quanto un gol! Il portiere biancazzurro si esibisce in un colpo di reni incredibile per mettere in corner un pallone che sembrava diretto sotto la traversa
12’st Erroraccio in fase di appoggio di Del Grosso che, cercando di servire Gravillon, innesca il contropiede della Cremonese che arriva al tiro con Piccolo a tu per tu con Fiorillo, ma il pallone è alto 
15’st Strefezza ci prova dalla distanza, ma il suo tiro è out
18’st Occasione clamorosa per la Cremonese con Piccolo che indovina un calcio di punizione dal limite, ma il suo pallone a giro si stampa sulla traversa prima di battere a terra ed essere allontanato dalla difesa biancazzurra. La fortuna in questo caso aiuta i biancazzurri
20’st Ammonito Brugman per fallo tattico sulla trequarti ospite. Era diffidato e per questo motivo salterà l'incontro di domenica prossima a Livorno 
21’st Colpo di testa di Scognamiglio da cross da calcio d'angolo e palla alta.
20 gennaio 2019

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 496

Condividi l'Articolo