Lanciano Calcio. Paghe arretrate e maglie rammendate per i giocatori: i tifosi contestano la società
GUARDA LE FOTO

Lanciano Calcio 1 Capistrello 1

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Lanciano Calcio. Seck (Zappulla 46°), Mingolla (70° Dermutas), Scipioni, Tissone, De Fabbritis, Bertino, De Marchi, Bodo (46° Rei), Priorelli, Mazzieri (Carella 58°), Campagnol Bocchio. Allenatore Stefano Bellè.

Asd Capistrello. Di Girolamo, Rozzi, Fantozzi, D'Eramo, Brusca, Imbriola, Fantauzzi, Di Renzo, Di Girolamo (Visconti 58°), De Meis, Franchi. A disposizione, Di Domenico, Panza, Rosati, Cipriani, Salvati, Di Girolamo A., De Meis, Tullio. Allenatore Gianluca Giordani

Arbitro il signor Di Rocco, assistenti Cocciolone e Bologna.

Reti Fantozzi (c) al 65° Carella (L) 85°

Primo maggio, festa dei lavoratori, e il lavoro va pagato. Chissà cosa avranno pensato i ragazzi scesi in campo per disputare l'incontro con il Capistrello. Una situazione quella dei rossoneri, al limite del paradossale, con rimborsi arretrati da mesi, 6 palloni a disposizione per allenarsi e giocare, attrezzature inesistenti, per non parlare dell'abbigliamento tecnico e da gara, con magliette rammendate e numeri messi a casaccio.

I tifosi, dopo la lettera aperta inviata alle istituzioni, si sono affidati a cori contro la società, peraltro oggi completamente assente sugli spalti del Guido Biondi, e a dei striscioni apposti in curva “Ezio Angelucci” (vedi foto). Per quanto riguarda i giocatori e i volontari, senza cui non sarebbe proprio possibile scendere in campo, vanno solo ringraziati per quello che stanno facendo, con una società invisibile, e non presente, questi ragazzi, sono riusciti a salvare la categoria grazie alla loro tenacia ed onorare la maglia e i tifosi.

In questo clima si è giocata la penultima gara del campionato di Eccellenza. Una gara senza nulla da dire alla fine della classifica, con un Lanciano impossibilitato a giocarsi i playoff, a causa dei punti che lo separano dalla seconda in classifica, e un Capistrello che oramai non aveva più nulla da chiedere al campionato. Nonostante queste premesse, la gara è stata gradevole, soprattutto nella ripresa, quando le squadre si sono affrontate più apertamente.

Al vantaggio di Fantozzi per il Capistrello, al 65° risponde Simone Carella per il definitivo 1-1. Durante il primo tempo le occasioni arrivano grazie ai calci piazzati, con un leggero vantaggio territoriale da parte del Capistrello. Più avvincente, dicevamo il secondo tempo che si apre al 50° con una bella occasione per il Capistrello, neutralizzata dal giovane Zappulla (vedi foto), classe 2003, al suo esordio stagionale. Qualche minuto dopo nuova occasione per il Capistrello ma l'arbitro ferma l'azione per posizione di fuorigioco.

E' la volta del Lanciano: Rei fa una delle discese che ci ha abituato a vedere durante il corso di questo campionato, si presenta solo davanti l'estremo difensore del Capistrello che riesca a deviare con la punta del piede il tiro, di quel tanto che basta per far frine la palla oltre la linea di fondo. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, un autentico miracolo di Di Girolamo salva il Capistrello dalla capitolazione. 62° sempre Rei con un tiro da fuori area impegna Di Girolamo che blocca la palla a terra. Nel miglior momento del Lanciano arriva la rete del Capistrello. Rapida discesa sulla fascia rossonera, un batti e ribatti in area, poi il pallone termina a Fantozzi che da fuori area fa partire una bordata imprendibile per l'estremo difensore rossonero.

73° il Lanciano reagisce, il tiro da fuori area di Rei impatta contro il palo alla destra di Di Girolamo, che questa volta non era arrivato a bloccare il pallone. Arriviamo all'85° con Carella che impegna a distanza ravvicinata l'estremo difensore del Capistrello, sulla ribattuta sempre Carella spedisce di testa il pallone alle spalle di Di Girolamo per il meritato pareggio rossonero. Al 90° nuova occasione per i frentani e sempre Di Girolamo sugli scudi. Sul ribaltamento di fronte Scipioni atterra con un fallo da ultimo uomo Visconti, rosso diretto e il capitano rossonero finisce anzitempo sotto la doccia. Il Lanciano al termine della gara non rilascia nessuna dichiarazione, e proclama il silenzio stampa. 01 maggio 2022

URANIO UCCI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 2847

Condividi l'Articolo