Terremoto Lega a Lanciano: abbandonano il partito tre consiglieri comunali e il vice sindaco

Poche righe per una scossa di magnitudo ancora da definire. 

Nella Lega è in atto un terremoto politico a pochi mesi dalle elezioni regionali. Dopo una guerriglia interna finora consumata in silenzio, c'è chi, a Lanciano (Ch), decide di voltare pagina. 

E lo fanno il vice sindaco Danilo Ranieri e i consiglieri comunali Dalila Di Loreto, Giuseppe Luciani e Michele La Scala. 

"L’attuale situazione politica all’interno del partito, con il recente commissariamento della segreteria locale e le successive manovre ed azioni, più o meno rese pubbliche dagli attuali referenti politici, - dicono in una nota - rendono la nostra posizione non più compatibile con il movimento politico della Lega Salvini". 

"Per questi motivi, - aggiungono - ufficializziamo l’abbandono dal gruppo consiliare della Lega per entrare, da oggi, nel costituendo Gruppo Misto. Una scelta che non cambia i nostri obiettivi e l’azione politica promessa ai nostri elettori. Ci preme ribadire il pieno sostegno al sindaco Filippo Paolini e alla maggioranza di governo".

"Figura cruciale ed insostituibile, al quale ribadiamo pieno sostegno -  rimarcano i tre consiglieri - rimane il vice sindaco ed assessore Danilo Ranieri, affinché possa continuare a perseguire gli obiettivi prefissati e la propria attività amministrativa che riteniamo soddisfacente e sempre attenta alle esigenze della città. In vista delle prossime elezioni regionali, ribadiamo la totale fiducia e sostegno all’assessore regionale Nicola Campitelli, pronti a seguirlo nelle future decisioni politiche che riterrà opportuno prendere”. 16 ott. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1862

Condividi l'Articolo